martedì 23 agosto 2016

Germania
Oltre fidanzate e suocere. Quando i Nazisti dissero: Dio è con noi
caffestoria.it

(Simone M. Varisco) Terrorismo, violenza e islam. Quando i Nazisti usarono Dio per giustificare la violenza si dissero cristiani. Basta dirlo perché sia vero?
A distanza di quasi un mese, continuano a far discutere – e riflettere – le parole pronunciate da papa Francesco sul volo di ritorno dalla Polonia, il 31 luglio scorso, a proposito del legame fra violenza e islam. «Se io parlassi di violenza islamica, dovrei parlare anche di violenza cattolica», aveva detto allora il Pontefice, sollecitato dalla domanda di un giornalista. Parole che meritano senza dubbio un approfondimento. Difficile paragonare, pur nella loro gravità, atti di criminalità commessi da persone aderenti alle più diverse religioni – «quello che uccide la fidanzata, un altro che uccide la suocera» – alla pratica sistematica della violenza perpetrata da un’entità organizzata che la giustifichi con la religione. (...)