giovedì 24 settembre 2015

(a cura Redazione "Il sismografo") 
*** Visita di Papa Francesco al Congresso degli Stati Uniti d'America
"Siamo tutti pienamente consapevoli, ed anche profondamente preoccupati, per la inquietante odierna situazione sociale e politica del mondo. Il nostro mondo è sempre più un luogo di violenti conflitti, odi e brutali atrocità, commesse perfino in nome di Dio e della religione"
Signor Vicepresidente,
Signor Presidente della Camera dei Rappresentanti,
Onorevoli Membri del Congresso,
Cari Amici,
Sono molto grato per il vostro invito a rivolgermi a questa Assemblea Plenaria del Congresso nella “terra dei liberi e casa dei valorosi”. Mi piace pensare che la ragione di ciò sia il fatto che io pure sono un figlio di questo grande continente, da cui tutti noi abbiamo ricevuto tanto e verso il quale condividiamo una comune responsabilità.
Ogni figlio o figlia di una determinata nazione ha una missione, una responsabilità personale e sociale. La vostra propria responsabilità come membri del Congresso è di permettere a questo Paese, grazie alla vostra attività legislativa, di crescere come nazione. Voi siete il volto di questo popolo, i suoi rappresentanti. Voi siete chiamati a salvaguardare e a garantire la dignità dei vostri concittadini nell’instancabile ed esigente perseguimento del bene comune, che è il fine di ogni politica.
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
*** Visita al Centro caritativo della parrocchia di St. Patrick di Washington e incontro con i senzatetto
"Il Figlio di Dio è entrato in questo mondo come uno che non ha casa. Gesù non solo ha voluto essere solidale con ogni persona. Egli stesso si è identificato con tutti quelli che soffrono"
Alle ore 11.15 di questa mattina, il Santo Padre Francesco si è recato in visita al Centro caritativo della parrocchia di St. Patrick di Washington. Il Papa è stato accolto dal Rettore della chiesa all’interno della quale si trovavano riunite centinaia di persone senza fissa dimora della Capitale statunitense. Pubblichiamo di seguito il testo del discorso che Papa Francesco ha rivolto ai senzatetto nel corso dell’incontro:
Cari amici,
la prima parola che desidero dirvi è “grazie”. Grazie di accogliermi e per lo sforzo che avete compiuto perché questo incontro potesse realizzarsi.
Qui ricordo una persona a cui voglio bene, che è stata molto importante nella mia vita. E’ stata sostegno e fonte di ispirazione. E’ uno a cui ricorro quando sono un po’ “inguaiato”. Voi mi ricordate san Giuseppe. I vostri volti mi parlano del suo.
(Testo)
*** Parole di Saluto del Santo Padre Francesco alla folla riunita nell’area del National Mall
(Testo)