sabato 25 luglio 2015

L'omaggio del Papa ai caduti in missione dell'ONU e l'omaggio floreale dei loro figli al Pontefice
(Luis Badilla) Papa Francesco, il prossimo 24 settembre, parlerà davanti all'Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell'apertura del 70.mo Periodo di sessioni dell'Organizzazione. Sarà il quarto Pontefice a rivolgersi a quest’organismo dopo Paolo VI, che lo fece il 4 ottobre 1965,  Giovanni Paolo II che lo fece due volte, il 2 ottobre 1979 e il 5 ottobre 1995, e infine Benedetto XVI, il 18 aprile 2008, 7 anni fa. La visita e l'allocuzione di Papa Francesco coinciderà dunque con due ricorrenze: il 50.mo e il 20.mo degli interventi di Paolo VI e di  Giovanni Paolo II.

Il Santo Padre Francesco parlerà in presenza di numerosi Capi di Stato e di Governo, forse oltre 60, che poi firmeranno il "Programma per lo Sviluppo 2015 - 2030".  
Al suo arrivo il Papa sarà accolto dal Segretario generale Ban Ki-moon (Eumseong, Repubblica di Corea, 13 giugno 1944) che iniziò il suo mandato come ottavo Segretario Generale delle Nazioni Unite il 23 gennaio 2007. Ban oggi è al suo secondo mandato che scade il 31 dicembre 2016.
Il Segretario generale accoglierà il Papa insieme alla sua consorte, signora Ban Soon-taek.
Successivamente il Santo Padre, accompagnato da Ban Ki-moon, salirà al 38.mo piano, ufficio del Segretario generale, per un colloquio privato. Al termine saranno presentate le Delegazioni e si procederà agli scambi di doni e alla firma del Libro d'Onore.
Poi il Papa, presso il Green Wall, deporrà un omaggio floreale in memoria dei funzionari ONU caduti in missione. Subito dopo il Santo Padre rivolgerà un breve Saluto allo staff e al Personale dell'Organizzazione e, utilizzando una golf-car, si trasferirà al Palazzo dell'Assemblea Generale. All’ingresso un gruppo di figli dei caduti donerà al Papa dei fiori. Infine il Pontefice raggiungerà l'emiciclo dell'ONU e rivolgerà il suo Messaggio ai presenti. Papa Francesco sarà accolto al suo arrivo dal Presidente dell'Assemblea del 70.mo Periodo di sessioni Mogens Lykketoft (Copenaghen, Danimarca, 9 gennaio 1946)  con il quale, poi, avrà un colloquio privato così come con il Presidente uscente del 69.mo Periodo di sessioni, l'ugandese Sam Kutesa.