lunedì 14 ottobre 2019

Siria
Acs, secondo governo del Kurdistan iracheno almeno 130mila siriani già vicini al confine con Iraq
ACS
Con il proseguire dello scontro nella Siria nordorientale, nel Kurdistan iracheno aumenta il timore di massicce ondate di profughi della stessa entità di quelle giunte nell’estate del 2014 dopo l’invasione della Piana di Ninive da parte di ISIS. Fonti della Chiesa locale riferiscono ad Aiuto alla Chiesa che Soffre che secondo il governo del Kurdistan iracheno almeno 130mila persone avrebbero abbandonato le proprie abitazioni nelle aree siriane interessate dal conflitto con Ankara e sarebbero ora vicine ai confini con l’Iraq.  Al momento la frontiera con la Siria è chiusa ma qualora venisse aperta si stima che oltre 250mila persone in fuga potrebbero riversarsi tra il capoluogo del Kurdistan iracheno Erbil e la città di Duhok. (...)
Ecuador
Los mediadores en Ecuador confirman que el nuevo decreto mantendrá una "política de subsidios"
europa press
Naciones Unidas y la Conferencia Episcopal Ecuatoriana, que ejercen de mediadores en la crisis política de Ecuador, han confirmado que el acuerdo negociado por el Gobierno de Lenín Moreno y los movimientos indígenas "deja sin efecto el decreto 883" y da pie a otro nuevo que mantendrá una "política de subsidios". La ONU y los obispos encabezan una "mesa técnica" a la que han acudido nueve representantes por parte de los indígenas y seis por parte del Gobierno (...)
agencia.ecclesia.pt
D. Ivo Scapolo regressa «com agrado» à Nunciatura em Lisboa e diz que «não é verdade» que tenha escondido casos de abusos sobre menores. O novo núncio apostólico em Portugal disse que “foi muito doloroso” verificar os casos de abusos sobre menores por membros do clero no Chile, onde foi representante do Papa, e afirmou que regressa “com agrado” à Nunciatura em Lisboa. “Regresso com agrado à Nunciatura em Portugal onde fui secretário, no fim dos anos 80. Como no Chile, também Portugal é um bonito país (...)
Cardinali viventi = 224
124 elettori
100 non elettori
 
Il Cardinale Telesphore Placidus Toppo, Arcivescovo Metropolita di Ranchi (India), è nato il 15 ottobre 1939 a Chainpur (diocesi di Gumla). Appartiene alla tribù Kurukh (Oraon) ed è il primo cardinale aborigeno dell’India (Adivasi). I suoi genitori, Ambrose Toppo e Sophia Xalxo, di religione cattolica, lo avviarono agli studi presso il «Lower Primary Village School» di Jhargaon. Dopo il «St. Xavier's College» di Ranchi, ha frequentato il «St. Albert's College» (Seminario Maggiore regionale) e la Pontificia Università Urbaniana a Roma.
Costa d'Avorio
Jean Pierre Kutwa interpelle Ouattara sur les erreurs de Gbagbo
Afrique sur 7
(K. Richard Kouassi) Samedi 12 octobre 2019, le cardinal Jean Pierre Kutwa a craché ses vérités au régime actuel lors de la messe de la rentrée pastorale de son diocèse pour l’année 2019 – 2020. L'archevêque d'Abidjan s'est exprimé sur le thème "Pour vivre en communion, faites aux autres, ce que vous voulez qu’ils fassent pour vous". (...)
Vaticano
Nobel per l’economia: Zamagni (Pass), “premiati tre studiosi impegnati nella lotta alle povertà e alle disuguaglianze sociali”
SIR
“L’assegnazione del premio Nobel per l’economia di quest’anno ha un valore simbolico: l’Accademia ha voluto premiare tre persone per i loro contributi sviluppati nel corso degli anni da angolature diverse ma convergenti sullo stesso tema, cioè la lotta alle povertà e alle disuguaglianze sociali. È la prima volta che succede una cosa del genere”. Lo dice al Sir Stefano Zamagni, economista e presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali (Pass), (...)
NC Reporter
(Michael Sean Winters) Yesterday, John Henry Newman was raised to the dignity of the altar, as his contemporaries would have described his canonization. The event was almost as unlikely as his being raised to the sacred purple, as his being named cardinal in 1879 was described at the time. I recall these ancient formularies because to the men and women of our time, Newman seems somewhat antique, his prose deliciously pre-modern, the span of his intellectual and spiritual development marked by a kind of rigor and depth not often found in this the Age of Twitter. For example, can anyone imagine themselves today writing this arresting description of the birth of his religious doubt in 1839 as he studied the Monophysite controversy: (...)
Sala stampa della Santa Sede
In chiusura di Congregazione, Papa Francesco ha preso la parola, tornando a riflettere su alcuni temi emersi durante i lavori ed evidenziando alcuni spunti che lo hanno colpito maggiormente.
#SinodoAmazonico. Valorizzare i carismi dei fedeli laici, lontani dal clericalismo
Con la 10a Congregazione generale, svoltasi nel pomeriggio del 14 ottobre, proseguono i lavori del Sinodo speciale panamazzonico, in programma in Vaticano fino al 27 ottobre. 177 i Padri Sinodali presenti in Aula, insieme a Papa Francesco.
Ripensare le ministerialità della Chiesa, alla luce dei parametri della sinodalità: questa una delle sfide della Chiesa in Amazzonia, affinché sia sempre più Chiesa della Parola. Ad evidenziarla, alcuni degli interventi pronunciati oggi pomeriggio nell’Aula del Sinodo.
Siria
Vicario di Aleppo: Usa ed Europa hanno tradito i curdi e rinvigorito i jihadisti
Asia News
Washington ha promesso l’indipendenza ai curdi, per poi abbandonarli al loro nemico. Nessuna fiducia nell’Europa (e nell’Onu) che “nulla hanno fatto” di concreto, se non avallare le sanzioni. Le uccisioni legate all’offensiva turca simili ai massacri degli estremisti islamici. L’obiettivo di una pulizia etnica che finisce per colpire anche i cristiani.Gli Stati Uniti “hanno tradito il popolo curdo”, illudendolo su un possibile percorso verso “l’indipendenza” dalla Siria per poi abbandonarli per interesse e tornaconto al proprio destino. È quanto afferma ad AsiaNews il vicario apostolico di Aleppo dei Latini (...)
Vaticano huffingtonpost.it
(Maria Antonietta Calabrò) Il Comandante della Gendarmeria vaticana paga la fuga di notizie riservate, non avendo individuato il colpevole. E probabilmente è solo la prima testa a cadere. Mano dura del Papa contro quello che è stato valutato  dal Pontefice e dal suo inner circle come un possibile inizio di un nuovo Vatileaks, il terzo Vatileakes, il Vatileaks3. Per questo sia pur  dando atto nel Comunicato ufficiale della Santa Sede che  Domenico Giani non è personalmente responsabile, il Papa ha accettato le dimissioni del Comandante della Gendarmeria vaticana.  Il 2 ottobre il settimanale L’Espresso aveva pubblicato l’ordine di servizio diramato da Giani a tutti gli appartenenti al Corpo della Gendarmeria e al Corpo delle Guardie Svizzere (...)
The Guardian
(Angela Giuffrida) Prince Charles described Victorian theologian as a ‘fearless defender of the truth’. Prince Charles described John Henry Newman as a “fearless defender of the truth” after the British cardinal became a saint in front of an estimated 20,000 pilgrims in St Peter’s Square. Newman, also a theologian, scholar and poet, was regarded as one of the most influential figures of the Victorian age and is the first Briton to be made a saint since 1976, when John Ogilvie was canonised by Pope Paul VI. “In this age, during which he has been made a saint, Newman’s example remains compelling and relevant,” Charles said during a reception after the canonisation in Vatican City on Sunday. (...)
Vaticano
Lunedì 14 ottobre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Dopo 20 anni nella Gendarmeria Vaticana, che guidava come Comandante dal 2006, Domenico Giani presenta la sua rinuncia. Comunicato della Sala stampa della Santa Sede
***
Comunicato della Sala stampa della Santa Sede
Lo scorso 2 ottobre alcuni organi di stampa hanno pubblicato una Disposizione di Servizio riservata, firmata dal Comandante del Corpo della Gendarmeria, dottor Domenico Giani, riguardante gli effetti di alcune limitazioni amministrative disposte nei confronti di personale della Santa Sede.
Tale pubblicazione è altamente lesiva sia della dignità delle persone coinvolte, sia della stessa immagine della Gendarmeria.
Volendo garantire la giusta serenità per il proseguimento delle indagini coordinate dal Promotore di Giustizia ed eseguite da personale del Corpo, non essendo emerso al momento l’autore materiale della divulgazione all’esterno della disposizione di servizio - riservata agli appartenenti al Corpo della Gendarmeria e della Guardia Svizzera Pontificia – il Comandante Giani, pur non avendo alcuna responsabilità soggettiva nella vicenda, ha rimesso il proprio mandato nelle mani del Santo Padre, in spirito di amore e fedeltà alla Chiesa ed al Successore di Pietro.
Sala stampa della Santa Sede - [Text: Italiano, English, Español]
*** Udienza alla Nazionale italiana di calcio. Saluto del Santo Padre
Sala stampa della Santa Sede
***
#SinodoAmazonico. 9ª Congregazione Generale. Sintesi a cura di Vatican News
Sala stampa della Santa Sede
#SinodoAmazonico 10ª Congregazione Generale. Sintesi a cura di Vatican News
Sala stampa della Santa Sede 

Tweet
- "Il Signore dona a tutti noi una vocazione per farci scoprire i talenti e le capacità che possediamo e perché le mettiamo al servizio degli altri."
Bolivia
I Vescovi chiedono “elezioni limpide per una democrazia autentica”
Fides
“Stiamo andando a queste elezioni in un clima di sfiducia, per paura di una possibile manipolazione del processo elettorale. Questa situazione ci spinge a chiedere che tutti gli elettori vadano alle urne, per esercitare il loro dovere e il loro diritto, senza alcuna pressione, politica, sociale o economica”. Lo affermano i Vescovi della Bolivia in un comunicato dal titolo “Elezioni limpide per una democrazia autentica”, pubblicato in vista delle elezioni che si terranno il 20 ottobre, per eleggere il Presidente, il Vicepresidente, 130 deputati e 36 senatori per il quinquennio 2020-2025. (...)
Vaticano
Pope’s bodyguard resigns over new financial leaks scandal
AP
(Nicole Winfield) The Vatican’s latest leaks scandal claimed its first victim Monday, as Pope Francis’ chief bodyguard resigned over the leak of a Vatican police flyer identifying five employees who were suspended as part of a financial investigation. The Vatican said its police chief, 57-year-old Domenico Giani, bore no responsibility for the leaked flyer but resigned to avoid disrupting the investigation and “out of love for the church and faithfulness” to the pope. (...)
Vaticano
Vatican security chief, papal bodyguard, steps down over leak
Reuters
(Philip Pullella) Domenico Giani, the Vatican’s longtime security chief and Pope Francis’ main bodyguard, resigned on Monday over leaks related to an investigation into alleged financial wrongdoing in the Vatican. Giani, 57, a former member of Italy’s secret services, had been part of the Vatican security apparatus for 20 years, serving three popes, and had held the top post since 2006. No previous head of Vatican security has left under a shadow in living memory. His resignation is the latest twist in a saga that has gripped the Vatican for two weeks. It started with an unprecedented and unexplained Oct. 2 raid by Giani’s men on two key Vatican offices, the Financial Information Authority (AIF) and the Secretariat of State. (...)
Vaticano
El Papa aceptó la renuncia de su jefe de custodia, investigado por filtrar información
Télam
El papa Francisco aceptó la renuncia de su jefe de seguridad, Domenico Giani, quien filtró información sobre una investigación por posible fraude financiero contra cinco funcionarios de la Santa Sede. Al aceptar su salida, el sumo pontífice caracterizó su renuncia como una "expresión de libertad y sensibilidad institucional" y recordó "los veinte años de fidelidad y lealtad incuestionables" (...) 
cittadellaeditrice.com
(Andrea Grillo) E’ appena uscito il volume, A. Grillo – D. Horak, Le istituzioni ecclesiali alla prova del genere. Liturgia, sacramenti e diritto, San Paolo, 2019, pp.221, nella collana “Exousia. Ripensare la teologia in prospettiva di genere” a cura del CTI. Ne propongo la Introduzione, e il Primo paragrafo, in cui i due autori chiariscono brevemente il taglio e gli obiettivi del testo. Il brano riportato si chiude con una domanda. Il libro cerca di dare ad essa risposta, lasciandosi istruire dal sapere liturgico, sacramentale e canonico. - Introduzione -  La prospettiva di un libro su liturgia e sacramenti, scritto da una canonista e da un liturgista, potrà sorprendere chi legge. (...)
Cina
Hong Kong protests: The Catholic factor
UCANews
(Massimo Introvigne) The Hong Kong protests are continuing. Some believe they may become the new Tiananmen. Human rights activists speculate on how the U.S., and President Donald Trump’s, attitude may determine the fate of the protest, or even fuel or create opposition to President Xi Jinping within the Chinese Communist Party (CCP) itself. Some in Hong Kong, however, believe that the choices of a third world leader, in addition to Trump and Xi, may weigh heavily on the future of Hong Kong. This leader is Pope Francis.  (...)
Gionata
(Articolo di Paolo Rodari pubblicato su La Repubblica del 12 ottobre 2019, pag.21) Cosa accade in una famiglia cristiana quando un figlio dice ai genitori di essere omosessuale? Come cambia il rapporto tra genitori e figli? In questo caso la fede è un aiuto o un ostacolo? Cosa possono fare gli operatori pastorali per accompagnare le famiglie che vivono questo momento? Per dare delle risposte concrete a queste domande “La Tenda di Gionata” — fondata da volontari su sollecitazione di don David Esposito, un sacerdote che sognava una realtà cristiana che operasse per l’accoglienza, la formazione e l’informazione dei cristiani LGBT e dei loro familiari affinché le comunità cristiane siano «sempre più santuari di accoglienza» — ha chiesto ad alcuni genitori cristiani con figli LGBT di provare a rispondere a queste domande. (...)
elclarin.ar
(Julio Algañaraz) Es el jefe de la Gendarmería Domenico Giani, con 20 años en el cargo. Bergoglio forzó su renuncia. El último escándalo estallado en el Vaticano que embiste al Papa está en plena investigación y tiene que ver con maniobras multimillonarias en inmuebles comprados por el Vaticano en Londres. El caso se inició el 2 de este mes con un espectacular allanamiento a la Secretaría de Estado, lo que de inmediato ofreció una variante novedosa: en el gigantesco “affaire” quedó pegado el “ángel guardián” del pontífice de turno, durante veinte años, comandante de la Gendarmería Pontificia y Director de la Seguridad del pequeño estado de la Iglesia, el ex agente secreto italiano Domenico Giani. (...)
(a cura Redazione "Il sismografo")  
(Damiano Serpi - ©copyright) Donald Trump, l’unico a fingere di non aver capito che l’Isis può anche esser stata sbaragliata militarmente ma non ancora sconfitta, ha deciso da tempo che i militari USA  devono abbandonare la Siria e lasciare che i Curdi combattano da soli la “loro guerra” per l’indipendenza. La Turchia del quasi autoproclamatosi sultano Erdogan, saputo in anticipo dallo stesso tycoon americano di questa sua inappellabile decisione, ne ha approfittato e ha dato inizio ad una guerra di occupazione, preparata a puntino da tempo, che destabilizzerà ancor di più un Medio Oriente già in fiamme da decenni.
Mondo
Bimbo morto in un naufragio nell’Egeo nel giorno in cui l’Unhcr lancia l’allarme sui minori migranti
L'Osservatore Romano
Almeno un bambino è morto e un altro risulta disperso nel naufragio di un barcone di migranti nel mar Egeo diretto verso le isole greche. Il natante si è inabissato stanotte al largo della località costiera turca di Ayvalik con almeno 35 persone a bordo. La guardia costiera di Ankara ha finora tratto in salvo 33 migranti.
L'Osservatore Romano
Numerosi carri armati, mezzi blindati e unità militari dell’esercito turco e delle milizie arabe filo-Ankara sono entrati nelle ultime ore nel nord della Siria a ovest del fiume Eufrate, in un’area già controllata dalla Turchia, per sferrare un attacco a Kobane dal fronte occidentale. Lo riferiscono fonti militari di Ankara. Ma nella cronaca di quanto sta accadendo sul terreno in Siria non ci sono solo gli attacchi turchi. Scontri armati si segnalano a Qamishli, nella Siria nord-orientale, tra forze curde e militari governativi siriani, scoppiati quando questi ultimi hanno tentato di uscire dal cosiddetto perimetro di sicurezza in cui si trovano da anni, dopo l’accordo con i curdi.
Ecuador
Ecuador: accordo tra Governo, indigeni e organizzazioni sociali. Mons. Cabrera (Guayaquil), “hanno vinto la saggezza e la volontà di pace”
SIR
Al termine dei positivi colloqui tra Governo dell’Ecuador, organizzazioni indigene, sociali e sindacali, durante il quale è stato deciso che una Commissione riscriverà il Decreto 883 che aveva causato dieci giorni di forti proteste nel Paese, il vicepresidente della Conferenza episcopale ecuadoriana (Cee), mons. Luis Cabrera Herrera, arcivescovo di Guayaquil (...) 
Regno Unito
Cardinal Nichols on why John Henry Newman is ‘a patron saint for everyone’

America
Cardinal Stanislaw Rylko
(Gerard O’Connell) “As a sixteen-year old boy, John Henry Newman came to the conviction that there were two irreducible truths: the truth of his own existence and the truth of the existence of his Creator,” Cardinal Vincent Nichols told America in this exclusive interview on October 12, the eve of Newman’s canonization. He said Newman “lived his life (1801-1890) constantly exploring between them, living the seen life in the presence of the unseen, understanding the emotional turmoil you might go through, or the intellectual questioning, or the variety of experiences, but always in the light of the presence of God.” Those two irreducible truths are “the pillars of his spiritual journey.” (...)
Il Fatto Quotidiano
(Francesco Antonio Grana) Confermate le indiscrezioni della vigilia. La prima testa a cadere è quella del comandante della Gendarmeria Vaticana, Domenico Giani. Dimissioni nell’aria da più di una settimana, chieste direttamente da Papa Francesco che non ha per nulla gradito la fuga di notizie in merito ai cinque dirigenti vaticani sospesi “cautelativamente dal servizio” nell’inchiesta sulle operazioni immobiliari che ha travolto la prima sezione della Segreteria di Stato e l’Autorità d’Informazione Finanziaria. Non aver saputo evitare che tutto ciò avvenisse e poi non essere riuscito a scoprire il colpevole della divulgazione di questo documento riservato è il motivo per cui Bergoglio ha chiesto a Giani di lasciare rapidamente il suo incarico. (...)
La Croix
(Mélinée Le Priol) Dans les couloirs du Vatican, pendant les trois semaines que dure le synode sur l’Amazonie, calottes, barrettes et mitres ecclésiastiques côtoient d’impressionnantes coiffes en plumes. Ces parures marquent, encore aujourd’hui, la distinction sociale au sein des communautés indigènes. « J’ai été très peiné, hier, d’entendre un commentaire moqueur sur cet homme pieux qui apportait les offrandes avec des plumes sur la tête. Je me suis dit : quelle différence y a-t-il entre porter des plumes sur la tête et la barrette utilisée par certains officiels de nos dicastères ? » C’est devant plus de 250 participants, il y a une semaine, le 7 octobre, en ouverture des travaux du Synode (...)
Nigeria
Nigerian, other African bishops stand against xenophobia in South Africa

NC Reporter
(Patrick Egwu) In early September, violent riots targeting several stores owned by foreigners broke out across South Africa, in Johannesburg, Pretoria and surrounding areas. At least 10 people, including two foreigners, were reportedly killed in days of violence that erupted after armed mobs razed and vandalized several businesses and stores owned by immigrants. South African police in a Sept. 3 statement said they had arrested 189 people. This is not the first time that foreigners have been targeted in South Africa. Nigerians, Zimbabweans, Somalis and Kenyans, among others, have all been victims of anti-foreigner violence. The 2008 attacks on foreigners and their investments (...)
Vaticano
Giani: grato per aver potuto servire il Papa con onore fino all’ultimo
Vatican News
(Alessandro Gisotti) Il Comandante della Gendarmeria, Domenico Giani, sottolinea ai media vaticani la gratitudine al Papa per il servizio che ha potuto svolgere in questi anni in Vaticano -- Un momento delicato, di grande prova personale, ma vissuto interiormente con serenità, incoraggiato dalla fiducia e dal sostegno del Santo Padre, della sua famiglia e di tanti collaboratori e persone che in vario modo in questi anni lo hanno conosciuto e ne hanno apprezzato le qualità umane e professionali. Domenico Giani, Comandante del Corpo della Gendarmeria, in un’intervista ai media vaticani, confida i sentimenti con cui lascia il servizio e sottolinea la gratitudine al Papa che ne ha riconosciuto l’onore, (...)
(a cura Redazione “Il sismografo”)
(LB - RC) La partenza di Domenico Giani, Comandante della Gendarmeria Vaticana, dopo l'ormai conosciuto "incidente" della circolare con le foto segnaletiche di cinque dipendenti della Santa Sede sotto indagine da parte del Tribunale unico vaticano, è un fatto molto triste, perfino doloroso, sia per il Santo Padre Francesco sia per lo stesso ex Comandante. Si potrebbe anche dire  che è triste per tutti coloro che amano, rispettano e apprezzano il Pontefice poiché la presenza di Giani, sempre vicino fisicamente a Jorge Mario Bergoglio, soprattutto nelle situazioni più rischiose, garantiva tranquillità, sicurezza e serenità.
Vaticano
Dopo 20 anni nella Gendarmeria Vaticana, che guidava come Comandante dal 2006, Domenico Giani presenta la sua rinuncia. Comunicato della Sala stampa della Santa Sede
Sala stampa della Santa Sede
[Text: Italiano, English, Español]
***
Comunicato della Sala stampa della Santa Sede
Lo scorso 2 ottobre alcuni organi di stampa hanno pubblicato una Disposizione di Servizio riservata, firmata dal Comandante del Corpo della Gendarmeria, dottor Domenico Giani, riguardante gli effetti di alcune limitazioni amministrative disposte nei confronti di personale della Santa Sede.
Tale pubblicazione è altamente lesiva sia della dignità delle persone coinvolte, sia della stessa immagine della Gendarmeria.
Volendo garantire la giusta serenità per il proseguimento delle indagini coordinate dal Promotore di Giustizia ed eseguite da personale del Corpo, non essendo emerso al momento l’autore materiale della divulgazione all’esterno della disposizione di servizio - riservata agli appartenenti al Corpo della Gendarmeria e della Guardia Svizzera Pontificia – il Comandante Giani, pur non avendo alcuna responsabilità soggettiva nella vicenda, ha rimesso il proprio mandato nelle mani del Santo Padre, in spirito di amore e fedeltà alla Chiesa ed al Successore di Pietro.
Nell’accogliere le dimissioni, il Santo Padre si è intrattenuto a lungo col Comandante Giani e gli ha espresso il proprio apprezzamento per questo gesto, riconoscendo in esso un’espressione di libertà e di sensibilità istituzionale, che torna ad onore della persona e del servizio prestato con umiltà e discrezione al Ministero Petrino e alla Santa Sede.
Papa Francesco ha voluto ricordare anche la sua ventennale, indiscussa, fedeltà e lealtà e ha sottolineato come, interpretando al meglio il proprio stile di testimonianza in ogni parte del mondo, il Comandante Giani abbia saputo costruire e garantire intorno al Pontefice un clima costante di naturalezza e sicurezza.
Nel salutare il dottor Domenico Giani, il Santo Padre lo ha anche ringraziato per l’alta competenza dimostrata nell’espletamento dei molteplici, delicati servizi, anche in ambito internazionale, e per il livello di indiscussa professionalità a cui ha portato il Corpo della Gendarmeria.
Vatican News
(Adriana Masotti) Non c'è pace per la popolazione della Siria. Ad essere minacciati sono ora gli abitanti della parte nordorientale del Paese a causa dell'operazione militare turca contro le milizie curde che governano quel territorio. Cresce la mobilitazione internazionale, con Francia e Germania che hanno annunciato di bloccare l'esportazione di armi verso Ankara e gli Usa che hanno minacciato sanzioni, ma aumenta il bilancio delle vittime e degli sfollati. La preoccupazione del vicario apostolico di Aleppo, monsignor Kazen. Dopo cinque giorni di bombardamenti turchi nel nordest della Siria, Ankara rimane ferma sulle proprie posizioni nonostante la mobilitazione internazionale contro i raid. (...)
Siria
Vicario di Aleppo: Usa ed Europa hanno tradito i curdi e rinvigorito i jihadisti
AsiaNews
Washington ha promesso l’indipendenza ai curdi, per poi abbandonarli al loro nemico. Nessuna fiducia nell’Europa (e nell’Onu) che “nulla hanno fatto” di concreto, se non avallare le sanzioni. Le uccisioni legate all’offensiva turca simili ai massacri degli estremisti islamici. L’obiettivo di una pulizia etnica che finisce per colpire anche i cristiani.  (...)
Vaticano
Tweet del Papa: "Il Signore dona a tutti noi una vocazione per farci scoprire i talenti e le capacità che possediamo e perché le mettiamo al servizio degli altri." (14 ottobre 2019)
Twitter
Spagnolo
Inglese
Italiano 
Portoghese
Polacco
Latino
Francese 
Tedesco
Arabo
Vaticano
#SinodoAmazonico. 9ª Congregazione Generale. Sintesi a cura di Vatican News
Sala stampa della Santa Sede
#SinodoAmazonico. Chiesa impegnata contro le violazioni dei diritti dei popoli
Con la nona Congregazione Generale ha avuto inizio la seconda delle tre settimane del Sinodo speciale per la Regione Panamazzonica che si concluderà il prossimo 27 ottobre. Questa mattina erano presenti 179 Padri Sinodali. Insieme al Papa hanno levato una preghiera per l’Ecuador
Vatican News – Città del Vaticano
Il Sinodo è un Kairos, tempo di grazia: la Chiesa si pone in ascolto, in atteggiamento empatico e cammina accanto ai popoli originari della selva: periferie geografiche ed esistenziali che hanno ricevuto il dono di contemplare quotidianamente il “Fiat”, la prima parola pronunciata da Dio. La creazione è infatti una Bibbia verde che svela il Creatore e nella celebrazione dei sacramenti l’impegno ecologico trova il suo fondamento più profondo.

Europa
Ortodossia greca: sì all’Ucraina
Settimana News
(Lorenzo Prezzi) Il 12 ottobre i vescovi della Chiesa ortodossa greca hanno riconosciuto la nuova Chiesa ortodossa autocefala di Ucraina. La decisione è avvenuta in una assemblea straordinaria dell’episcopato convocata all’indomani della sessione sinodale. Attesa da qualche mese (il riconoscimento dell’autocefalia ucraina da parte del Patriarcato di Costaninopoli è del 6 gennaio 2019) la decisione è stata favorita dal particolare legame della Chiesa greca con il Fanar (...) 
Messico
Obispo pide al gobierno y ciudadanos a ser más humanitarios con los migrantes
Prensa Libre Chiapas
Rodrigo Aguilar Martínez, obispo de la Diócesis de San Cristóbal de Las Casas, en conferencia de prensa dijo que la actitud que ha tomado el presidente de la república, Andrés Manuel López Obrador con los policías y la guardia nacional, es detener a los migrantes.  Esto al externar su opinión sobre los más de 3 mil migrantes que fueron asegurados la tarde del sábado cerca de Huixtla, quienes habían salido de Tapachula con destino a la frontera con los  Estados Unidos. (...)
Italia
Il cardinale Bagnasco a Teramo per preparare la visita di Papa Francesco a maggio
emmelle.it
Arriva per preparare l'annunciata (da tempo) visita di Papa Francesco nel teramano, il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo metropolita di Genova, presidente della Conferenza episcopale e presidente del Consiglio delle conferenze dei vescovi d'Europa? L'illustre porporato sarà a Teramo per partecipare, giovedì 17 ottobre, all'inaugurazione dell'Anno accademico 2020 del Centro per la teologia 'Paolo VI'. (...)
Crux
(Eduardo Campos Lima) In Brazil, most of the criticism directed towards the Synod of Bishops for the Amazon came from the government, not from members of the hierarchy. Bishop José Luís Azcona is among the minority of Brazilian prelates to raise concerns about the synod, calling the Vatican meeting’s preparatory document “weak and inconsistent.” Still, he has sought to distance his criticism from that of President Jair Bolsonaro, who he said wants to meddle in the Brazilian Church. In the past few months, the Spanish-born Azcona, bishop emeritus of the Prelature of Marajó - located in the Amazonian State of Pará - has been vocal in his strong criticism of the working document, called the Instrumentum Laboris. (...)
Nueva Vida
(Darío Menor) Hay una parte de los laicos ultraconservadores de Estados Unidos que ven la Iglesia “como si fuera una empresa y ellos estuvieran en su consejo de administración”. Han hecho una inversión en ella por medio de sus donaciones “y esperan obtener algo a cambio”. Si no lo logran, siempre pueden intentar despedir al responsable de la corporación para poner a otro en su lugar que les resulte más dócil. “No han entendido que la Iglesia no funciona así, que no tiene nada que ver con una empresa. Los laicos estadounidenses que están criticando a Jorge Mario Bergolio han intentado primero influir en él, pero no lo han logrado. Al darse cuenta de que no consiguen (...)
Vaticano
Conti vaticani in rosso, il Papa taglia i costi
Il Sole 24 Ore
(Carlo Marroni) Conti pubblici papali in allarme: deficit di 70 milioni nel 2018. Pesa il calo dei trasferimenti dagli Usa. Metà della spesa per il personale -- È questo il periodo dell’anno in cui in Italia si mette a punto la legge di bilancio. Un gran lavoro tra palazzo Chigi e il Ministero dell’Economia. La novità a Roma è che la “manovra” sui conti pubblici quest’anno è in atto anche Oltretevere. (...)
Mondo
(Francia) Des révélations après le décès du père Jacques Marin
La Croix
(Céline Hoyeau) Cet ancien prêtre-ouvrier, qui eut un immense rayonnement au sein du Renouveau charismatique, est décédé le samedi 12 octobre à l’âge de 90 ans. Il laisse derrière lui au moins une douzaine de victimes d’agressions sexuelles, révèle un communiqué de la Mission de France.  (...)
laprensagrafica
(Javier Orellana) Monseñor Escobar Alas dijo que "es un tema sumamente preocupante" y que el Estado debe buscar se haga justicia. El arzobispo de San Salvador, monseñor José Luis Escobar Alas, se manifestó ayer sobre la acusación que hizo un testigo criteriado en torno a la entrega de dinero que los partidos FMLN y ARENA habrían realizado a pandilleros como parte de un pacto para obtener votos. El religioso aclaró que no se iba a pronunciar "ni a favor ni en contra, porque desconozco del caso"; sin embargo, señaló que falta realizar "una investigación más a fondo". (...)
Vaticano
Vaticano, verso l'addio del generale Giani. Il suo vice diventa capo della sicurezza
La Repubblica
(Paolo Rodari) È con ogni probabilità oggi il giorno in cui il generale Domenico Giani, capo della sicurezza del Vaticano, lascia il suo incarico, come conseguenza dello scandalo causato dalla perquisizione avvenuta nella Segreteria di Stato vaticana. Al suo posto dovrebbe andare, “ad interim” l’attuale vice Gianluca Gauzzi Broccoletti, uomo gradito al Papa. La goccia che ha fatto traboccare il vaso su Giani è stata la perquisizione (...)
El Salvador
"Romero ya ha preparado el ambiente del proceso de Rutilio
La Prensa Grafica
(Mario Enrique Paz) En el primer aniversario de la canonización de san Óscar Romero, la imagen de la beatificación Rutilio Grande asoma como una pronta posibilidad. -- Edwin Henríquez, el vicepostulador de la causa de canonización de Rutilio Grande dice que hay coincidencias contextuales con la de san Óscar Romero y eso colabora con el proceso que se está llevando en el Vaticano. (...)
Francia
L'Express du 13 octobre 1969: Le procès du Vatican
L'Express
(Jacques Duquesne, en 1969) Vent de révolte dans l'Eglise. De nombreux religieux remettent en cause l'autorité du pape et demandent des réformes rapides au sein de l'institution. -- Samedi, dans la glaciale et solennelle Basilique Saint-Pierre, ils ont demandé les secours de l'Esprit-Saint. Désormais, jusqu'à la fin du mois, dans la salle dite des Têtes brisées, une pièce voûtée où personne ne voit tout le monde du fait de deux énormes piliers, près de cent cinquante cardinaux et archevêques vont s'efforcer, en apparence, de préciser l'organisation interne de l'Eglise.  (...)
Svezia
Il premio Nobel per l’Economia è andato a Banerjee, Duflo e Kremer. L'importante riconoscimento è andato a tre economisti per il loro lavoro nel cercare di «alleviare la povertà»
Il Post
Il premio Nobel per l’Economia è andato agli economisti Abhijit Banerjee, Esther Duflo e Michael Kremer per «il loro lavoro per alleviare la povertà». Tutti e tre si sono dedicati a lungo agli studi sulla povertà e come combatterla, spesso compiendo ricerche sul campo. Duflo, in particolare, ha già scritto diversi bestseller sul tema ed in Francia, il suo paese d’origine, è nota da tempo come una dei principali economisti della “nuova sinistra“. (...)