sabato 1 ottobre 2016

Georgia
Pope Francis, Georgian Patriarch Pledge to Witness to Gospel as Brothers
CNS - America
(Cindy Wooden) Paying honor to the steadfast faith of Orthodox Christians in Georgia, Pope Francis nevertheless urged them to draw closer to other Christians and work together to share the Gospel. Georgian Orthodox Patriarch Ilia II, who recently has been cautious in his relations with leaders of other churches, greeted Pope Francis when he arrived at the Tbilisi airport Sept. 30, welcomed him to the patriarchal palace that evening and hosted him again Oct. 1 at Svetitskhoveli Cathedral in Mtskheta. (...)
Georgia
Il Papa in Georgia: "Teoria del gender è una guerra mondiale contro matrimonio"
La Repubblica
(Marco Ansaldo) Viaggio di tre giorni nel Caucaso per Bergoglio. A Tbilisi ha parlato davanti a sacerdoti e seminaristi. In pochi alla messa nello stadio, disertata dagli ortodossi -- C'è un'altra "guerra mondiale" che il Papa denuncia, oltre a quella condotta "a pezzi, a capitoli", già in atto nel mondo: è quella per distruggere il matrimonio. (...)
Georgia
Pope praises women, children, as Orthodox are no-shows at Mass
Crux
(Inés San Martín) Pope Francis praised Georgia's women and children on Saturday as the country's "great treasure," including legendary saints Orthodox and Catholic believers cherish in common, but his stadium was largely empty and a promised delegation from the Georgian Orthodox Church failed to show up. (...)
Francia
Riapre domani la chiesa di padre Hamel. La porta del martirio diventa porta della misericordia
SIR
(M. Chiara Biagioni) La porta della chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray dove due mesi fa padre Jacques Hamel fu barbaramente ucciso diventa porta della misericordia della diocesi di Rouen. È l'arcivescovo Dominique Lebrun ad annunciarlo alla vigilia della riapertura della chiesa. E spiega: "Laddove il peccato abbonda - come dice san Paolo -, la grazia sovrabbonda. È la logica del Vangelo: dalla Croce nasce la speranza" (...)
Egitto
Polemiche interne nel Movimento salafita per uno striscione di “benvenuto” in onore del Patriarca Tawadros
Fides
Continuano da diversi giorni, in seno al movimento islamista salafita, polemiche e scontri a causa di uno striscione di benvenuto in onore del Patriarca copto ortodosso Tawadros, esposto da militanti salafiti locali in occasione della sua prima visita patriarcale alla città marittima di Marsa Matruh, situata 240 km a ovest di Alessandria d'Egitto. (...)
Svizzera
Mgr Morerod et la migration: l’application du droit doit respecter les personnes
cath.ch
(Jacques Berset) Le thème “Migration et identités culturelles en Europe” a été au centre d’un symposium qui a réuni à Berlin le 28 septembre 2016 les présidents des Conférences épiscopales suisse, française et allemande. Pour les évêques européens, le respect de la dignité humaine est “un principe non négociable”. (...)
Agência Ecclesia
O secretário de Estado da Santa Sé, cardeal Pietro Parolin, faz uma conferência sobre «A Diplomacia da Santa Sé nos últimos pontificados», dia 12 de outubro, na Universidade Católica Portuguesa, em Lisboa. A comunicação do cardeal italiano vai ser no Auditório Cardeal Medeiros, às 10h, lê-se numa nota enviada à Agência Ecclesia. O cardeal Pietro Parolin que é secretário de Estado da Santa Sé desde 2014 e vai estar em Portugal (...)
Venezuela
L’appello dei vescovi del Venezuela. Rispetto per i detenuti e per le loro famiglie
L'Osservatore Romano
Profonda preoccupazione per la situazione in cui versano le carceri nel paese è stata espressa dalla Conferenza episcopale venezuelana (Cev) che ha esortato le autorità a garantire i diritti dei detenuti, come stabilito dalla Costituzione e dal Codice penale. I presuli sono intervenuti in occasione della festa della Madonna della Mercede, attraverso un comunicato firmato dall’arcivescovo di Coro, monsignor Roberto Lückert León, presidente della commissione giustizia e pace della Cev.
Georgia
Papa elogia papel das mulheres na transmissão da fé
Agência Ecclesia 
O Papa presidiu hoje à única Missa que vai celebrar durante a sua viagem à Geórgia, na capital do país, e elogiou o papel das mulheres na transmissão da fé cristã, ao longo dos séculos. “Aqui, na Geórgia, há muitas avós e mães que continuam a guardar e transmitir a fé, semeada nesta terra por Santa Nino, e levam a água fresca da consolação de Deus a muitas situações de deserto e conflito”, declarou, na homilia da celebração, perante alguns milhares de pessoas reunidas no Estádio Mikheil Meskhi, de Tbilisi. (...)
Azerbaigian
DECR chairman meets with Caucasus Muslim Board chairman Sheikh-ul-Islam Allahshuqur Pasha-zade
Russian Orthodox Church
On September 29, 2016, Metropolitan Hilarion of Volokolamsk, during his visit to Azerbaijan, visited the residence of the head of the Caucasus Muslim Board at his invitation. Present at the official reception were Mubariz Gurbanli, chairman of the Azerbaijani State Committee for Work with Religious Structures, Polad Bulbul oglu, Azerbaijani ambassador to Russia, (...)
Italia
3 ottobre: ricordare e fermare i naufragi
Riforma.it
(Sara Tourn) Numerose iniziative in Sicilia intorno alla «Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione» -- Nel marzo di quest’anno, il Parlamento italiano ha istituito il 3 ottobre come «Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione». Una data non casuale, quella in cui nel 2013 persero la vita, al largo di Lampedusa, 369 migranti che cercavano di raggiungere l’isola. (...) 
Vaticano
Sabato 1° ottobre: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Santa Messa a Tbilisi Santa Messa presso lo Stadio M. Meskhi di Tbilisi. Omelia del Papa
- "Beate le comunità cristiane che vivono la genuina semplicità evangelica! Povere di mezzi, sono ricche di Dio. Beati i Pastori che non cavalcano la logica del successo mondano, ma seguono la legge dell’amore: l’accoglienza, l’ascolto, il servizio"
- "Beata la Chiesa che non si affida ai criteri del funzionalismo e dell’efficienza organizzativa e non bada al ritorno di immagine. Piccolo amato gregge di Georgia, che tanto ti dedichi alla carità e alla formazione, accogli l’incoraggiamento del Buon Pastore, affidati a Lui che ti prende sulle spalle e ti consola!"
La Stampa
(Andrea Tornielli) Il richiamo del Papa durante il secondo incontro con il capo della Chiesa ortodossa nella cattedrale di Svetyskhoveli. Il Patriarca: «Profondissima stima per lei». «Nonostante i nostri limiti siamo chiamati a essere “uno in Cristo Gesù” e a non mettere al primo posto le disarmonie e le divisioni tra i battezzati». Accanto a Papa Francesco, nell’antica cattedrale patriarcale di Svetyskhoveli a Tbilisi, c’è Ilia II, il Patriarca georgiano. È l’ultimo giorno della visita in Georgia, (...)
Sala stampa della Santa Sede
Alle ore 15.30 il Santo Padre Francesco ha lasciato la Nunziatura per recarsi presso la Chiesa dell’Assunta di Tbilisi per l’incontro con i sacerdoti, i religiosi, le religiose ed i seminaristi. Erano presenti anche rappresentanti dei Consiglio pastorali delle varie denominazioni cattoliche in Georgia. Al suo arrivo, alle ore 15.45, il Papa è stato accolto da S.E. Mons. Giuseppe Pasotto, Amministratore Apostolico del Caucaso dei Latini, e dal Vicario. Dopo l’introduzione dell’Amministratore Apostolico e le testimonianze di un sacerdote, un seminarista, una madre di famiglia e un giovane, il Santo Padre ha pronunciato un discorso a braccio. L’incontro si è concluso con la recita del “Padre Nostro” in georgiano, la benedizione e l’offerta di un dono al Santo Padre. Pubblichiamo di seguito la trascrizione del discorso che il Papa ha rivolto ai presenti:
Discorso del Santo Padre
Buonasera!
Grazie, caro Fratello, grazie a Lei.
Adesso parlerò per tutti, mischiando tutte le domande.
Quando tu [si riferisce al sacerdote che ha fatto la testimonianza] hai parlato, alla fine mi è venuto in mente – e lui [Mons. Minassian] è testimone – una cosa che è accaduta alla fine della Messa a Gyumri [in Armenia]. Finita la Messa, ho invitato a salire sulla “papamobile” Sua Eccellenza e anche il Vescovo della Chiesa Apostolica Armena della stessa città.
Azerbaigian
(16/16) Papa Francesco in Azerbaigian, tappa finale della Visita Apostolica in Caucaso
(a cura redazione "Il sismografo")
(Francesco Gagliano - ©copyright) Domenica 2 ottobre Papa Francesco parti dall'aeroporto internazionale di Tbilisi per concludere il suo 16° Viaggio Apostolico in Azerbaigian, nella capitale Baku. In questo paese la comunità cristiana è molto piccola, conta appena qualche centinaia di cattolici e una percentuale un pò più robusta di ortodossi fedeli al Patriarcato di Mosca. Il Pontefice dedicherà la giornata di domenica a incontrare le varie realtà religiose del paese: cristiani, musulmani e ebrei. L'incontro e il dialogo saranno dunque al cuore di questa visita in Azerbaigian, per promuovere e imprimere maggiore forza a una coesistenza pacifica e fruttuosa in questo storico mosaico di culture, identità e religioni.
Aci prensa
(Giselle Vargas) La Presidenta de Chile, Michelle Bachelet, criticó a la Iglesia Católica y demás confesiones cristianas por el rol que ejercen contra su proyecto para despenalizar el aborto, acusándolas de estar “en contra de terminar la criminalidad” de esta práctica, opinión que fue considerada como un “agravio” y una “falta de rigor” por parte del Obispo de San Bernardo, Mons. Juan Ignacio González. En entrevista con la BBC, la mandataria dijo que el aborto “ha sido un tema muy debatible y muy controversial.  (...)
Papa in Georgia
Il Santo Padre a Miskheta attraversa la più singolare Porta Santa dell'Anno della Misericordia
(a cura Redazione "Il sismografo")
 Sabato 1° ottobre - Georgia
Questa particolare Porta Santa voluta da mons. Giuseppe Pasotto, Amministratore Apostolico del Caucaso, era stata pensata per una chiesa che per ora non è stato possibile costruire. Oggi, in occasione della Messa presieduta dal Papa per i fedeli cattolici a Miskheta, è stata trasportata dalla capitale affinché il Santo Padre compisse il gesto del suo attraversamento.
Georgia
Parla il vescovo di Tbilisi: «Una minoranza che vive l’essenziale»
Avvenire
(Ilaria Solaini) «Icattolici di Georgia vedono nella visita del Papa un abbraccio della Chiesa universale a questa terra dove talvolta si ha l’impressione di sentirsi soli». Così monsignor Giuseppe Pasotto, vescovo di Tbilisi e amministratore apostolico per il Caucaso dei cattolici di rito latino, (...)
India
India, i vescovi di rito latino pubblicano la traduzione in hindi dell’Amoris Laetitia
AsiaNews
L’obiettivo è diffondere gli insegnamenti dell’esortazione apostolica nella società civile, in particolare tra le famiglie. I vescovi hanno promosso discussioni sul testo a livello nazionale, regionale e diocesano. I prossimi incontri continueranno ad avere la famiglia come punto focale. (...)
Vaticano
Nuovo tweet del Papa: "Le persone povere e deboli sono la carne di Cristo, che interpella i cristiani di ogni confessione." (1° ottobre 2016)
Twitter

Spagnolo
Inglese
Italiano 
Portoghese
Polacco
Latino
Francese 
Tedesco
Arabo
Iraq
Iraq’s beleaguered Christians face ‘sneaky enemy in the ground’
Crux
(John L. Allen Jr.) Although Iraq's Christians face staggering challenges in trying to return to their homes, the most urgent is what Chaldean Patriarch Louis Sako has called the “sneaky hidden enemy in the ground” – landmines, which presently make a safe return all but impossible even in areas where IS has been dislodged. (...)
Georgia
“Oggi c’è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio”
Vatican Insider
(Andrea Tornielli) «Oggi c’è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio». Papa Francesco parla ai religiosi e ai seminaristi nella chiesa dell’Assunta a Tbilisi, ma le parole più forti che pronuncia le dice reagendo alla testimonianza di una madre di famiglia, Irina, che cita la teoria del gender.  (...)
Stati Uniti
Catholic leaders urge voters to retain death penalty repeal
AP - The State
Catholic leaders are launching a campaign that will urge voters to retain Nebraska's repeal of the death penalty in the November general election. The Nebraska Catholic Conference announced a series of steps Thursday that church leaders will take to speak to the state's 375,000 Catholics. (...)
Georgia
Indirizzo di saluto di Sua Santità e Beatitudine Ilia II, katholikos-patriarca di tutta la Georgia, a Sua Santità, Papa Francesco, vescovo di Roma (Mtskheta, Svetitskhoveli)
(a cura Redazione "Il sismografo")
[Text: Italiano, English]
Sua Santità, Papa Francesco!
Signor Primo Ministro,
Membri del Governo e del Corpo Diplomatico,
Cari ospiti e concittadini!
Vi do il benvenuto a Svetitskhoveli, la più antica e la più importante chiesa in Georgia che custodisce le più sacre reliquie: il mantello del Santo profeta Elia e la Reliquia di tutta la cristianità – la Tunica del nostro Signore Gesù Cristo, sepolta insieme ad una delle prime Sante della nostra Chiesa, Santa Sidonia.
Avvenire
(Nunzio Galantino) È finito anche Settembre. Secondo alcuni, il mese della ripartenza, dei buoni propositi, delle speranze, delle ambizioni, dei progetti. Un po' anche il mese dei sogni, perché dopo le vacanze, più o meno lunghe, ricomincia la quotidianità professionale, lavorativa, familiare. C' è chi si propone di trovare più spazio per gli affetti, chi vuole provare a dare una svolta professionale alla propria vita, chi giura di aumentare la media scolastica, chi cerca la strada ancora non trovata.
Papa in Georgia
Visita alla Cattedrale Patriarcale di Svetitskhoveli di Mtskheta. Saluto del Santo Padre: "Possano la fraternità e la collaborazione crescere ad ogni livello; possano la preghiera e l’amore farci sempre più accogliere l’accorato desiderio del Signore su tutti quelli che credono in Lui mediante la parola degli Apostoli: che siano «una sola cosa»"
Sala stampa della Santa Sede
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
«La lingua georgiana è ricca di espressioni significative che descrivono la fraternità, l’amicizia e la prossimità tra le persone. Ve n’è una, nobile e genuina, che manifesta la disponibilità a sostituirsi all’altro, la volontà di farsene carico, di dirgli con la vita “vorrei essere al tuo posto”: shen genatsvale. Condividere nella comunione della preghiera e nell’unione degli animi le gioie e le angosce, portando i pesi gli uni degli altri (cfr Gal 6,2): sia questo fraterno atteggiamento cristiano a segnare la via del nostro cammino insieme.»
«Per questo, nonostante i nostri limiti e al di là di ogni successiva distinzione storica e culturale, siamo chiamati a essere «uno in Cristo Gesù» (Gal 3,28) e a non mettere al primo posto le disarmonie e le divisioni tra i battezzati, perché davvero è molto più ciò che ci unisce di ciò che ci divide.»
Saluto del Santo Padre
Santità, Signor Primo Ministro, distinte Autorità e illustri Membri del Corpo Diplomatico, carissimi Vescovi e Sacerdoti, cari fratelli e sorelle,al culmine del mio pellegrinaggio in terra di Georgia, sono grato a Dio di poter sostare in raccoglimento in questo tempio santo. Qui desidero anche ringraziare vivamente per l’accoglienza ricevuta, per la vostra toccante testimonianza di fede, che mi ha fatto tanto bene; e anche ringraziare vivamente per il cuore buono dei Georgiani. Mi vengono alla mente, Santità, le parole del Salmo: «Com’è bello e com’è dolce che i fratelli vivano insieme! È come olio prezioso versato sul capo» (Sal 133,1-2). Carissimo Fratello, il Signore, che ci ha dato la gioia di incontrarci e di scambiare il bacio santo, riversi su di noi l’unguento profumato della concordia e faccia scendere copiose benedizioni sul nostro cammino e sul cammino di questo amato popolo.
Colombia
Aci prensa
En unas declaraciones difundidas este viernes por medios colombianos, el Papa Francisco se refirió al plebiscito que se realizará el domingo en Colombia para ratificar o rechazar el acuerdo de paz firmado entre el gobierno y las Fuerzas Revolucionarias de Colombia (FARC), así como sobre la posibilidad de un viaje a este país sudamericano. Las palabras del Pontífice se dieron durante el encuentro que tuvo el 26 de septiembre con una delegación del Congreso Judío Mundial en su residencia en el Vaticano. (...)
Georgia
Francis in Georgia: 'There is a global war to destroy marriage'
NC Reporter
(Joshua J. McElwee) Pope Francis strongly criticized modern attitudes towards marriage during a series of lengthy off-the-cuff remarks to Catholics in this country Saturday afternoon, at one point declaring: "Today there is a global war to destroy marriage." Meeting with priests, seminarians, religious and lay people of the tiny Catholic minority population of the Caucasus nation, the pontiff spoke for more than 45 minutes and emphasized many of the same points he has often made over his 3.5 year papacy. (...)
Venezuela
Unasur: con el Vaticano se abre "un nuevo espacio" para diálogo en Venezuela
EFE - Listin Diario
El secretario general de la Unión de Naciones Suramericanas (Unasur), Ernesto Samper, considera que con la incorporación del Vaticano a la mediación en favor del diálogo entre el Gobierno y la oposición de Venezuela "se abre un nuevo espacio" en ese proceso. En una carta dirigida a los expresidentes de Panamá, Martín Torrijos; (...)
Georgia
Il Papa agli anziani e ai malati: “Dio non vi abbandona mai”
Vatican Insider
(Andrea Tornielli) L’incontro con i centri caritativi della Chiesa cattolica: «Le persone povere e deboli sono la “carne di Cristo” che interpella i cristiani di ogni confessione» -- «Le persone povere e deboli sono la “carne di Cristo” che interpella i cristiani di ogni confessione». Papa Francesco visita il centro di assistenza gestito dai padri Camilliani, il Poliambulatorio «Redemptor hominis» nel quartiere di Temka alla periferia di Tbilisi, (...)
Georgia
Una visita apostolica in Iraq? “Inshallah”, “se Dio vuole”, risponde Papa Francesco
Fides
“Inshallah”, se Dio vuole. E questa l'espressione araba con cui Papa Francesco ha risposto ieri al Patriarca caldeo Louis Raphael I Sako, quando il Primate dlla Chiesa caldea gli ha espresso la speranza che in futuro il Vescovo di Roma possa compiere una visita in Iraq, “perchè abbiamo bisogno della vostra presenza, del vostro sostegno e incoraggiamento”. (...)
Il Foglio
(Matteo Matzuzzi)  Da ieri il Papa è nel Caucaso per il suo secondo viaggio apostolico nella regione, dopo la prima tappa dello scorso giugno in Armenia. Oggi è in Georgia e domani si trasferirà a Baku, in Azerbaigian. L' idea originaria era di unire i tre momenti in un' unica spedizione: "Purtroppo non è stato possibile", aveva spiegato Francesco ai giornalisti all' inizio dell' estate. Troppe le tensioni diplomatiche tra armeni e azeri, ancora vivi i ricordi del conflitto tra Yerevan e Baku per il controllo del Nagorno-Karabakh, l' enclave da decenni contesa tra i due stati sorti dopo il crollo dell' Unione Sovietica.
Georgia
Incontro con gli assistiti e con gli operatori delle Opere di carità della Chiesa davanti al Centro di assistenza dei Camilliani. Saluto di padre Zurab Kakachishvili
Sala stampa della Santa Sede
Santità,
sono padre Zurab, un prete georgiano. Sono parroco e faccio parte del consiglio della Caritas Georgia. Vorrei dirLe grazie per l’attenzione che Lei ha verso i poveri, i malati e gli esclusi dalla società. Gesù ci ha detto che dobbiamo non solo amare il prossimo, ma farci prossimo. Qui davanti a Lei ci sono tutte le nostre Congregazioni religiose e Associazioni che ogni giorno spendono la propria vita per farsi prossimo e rendere visibile l’amore di Dio e della Chiesa per le persone più deboli. Se noi possiamo fare questo, è perché siamo in comunione con Lei e con le altre Chiese sparse nel mondo che sostengono i nostri progetti caritativi, progetti che diventano spesso salvezza per la vita di tanta gente. Abbiamo pochi mezzi, ma abbiamo un grande cuore!

Papa in Georgia
Incontro con gli assistiti e con gli operatori delle Opere di carità della Chiesa Cattolica nel Centro di Assistenza dei Camilliani. Saluto del Santo Padre: "le persone povere e deboli sono la “carne di Cristo” che interpella i cristiani di ogni confessione, spronandoli ad agire senza interessi personali, ma unicamente seguendo la spinta dello Spirito Santo"
Sala stampa della Santa Sede
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
Cari fratelli e sorelle,
vi saluto con affetto e sono lieto di incontrarmi con voi, operatori di carità qui in Georgia, che mediante la vostra sollecitudine esprimete in maniera eloquente l’amore al prossimo, distintivo dei discepoli di Cristo. Ringrazio P. Zurab per le parole che mi ha rivolto a nome di tutti. Voi rappresentate i diversi centri caritativi del Paese: Istituti religiosi maschili e femminili, Caritas, Associazioni ecclesiali e altre organizzazioni, gruppi di volontariato. A ciascuno va il mio apprezzamento per l’impegno generoso al servizio dei più bisognosi.

Colombia
Papa agradeció a Santos por 'haber dado todo' por la paz del país
El Tiempo
Durante la instalación del II Congreso Internacional de la Asociación Colombiana del Petróleo (ACP), el presidente de la República, Juan Manuel Santos, señaló que debía dar “una buena noticia”: la confirmación de la llegada del Papa Francisco a Colombia en el primer trimestre del próximo año. Esto lo confirmó el mismo Papa Francisco el pasado lunes 26 de septiembre en Roma en una intervención ante dirigentes hebréos, donde dijo que el Acuerdo de Paz que estaba (...)
Georgia
Come un abbraccio
L'Osservatore Romano
(Maurizio Fontana) «Consolazione» e «speranza». Le parole di Papa Francesco sono giunte come una carezza sulla piccola comunità cattolica georgiana che, con tutti i suoi tre riti rappresentati (latino, armeno e assiro caldeo), ha partecipato alla messa di sabato mattina, 1 ottobre, nello stadio Meskhi di Tbilisi.
Vaticano
Videomessaggio al popolo argentino. Il tesoro più grande
L'Osservatore Romano
«Siete il tesoro più grande che ha la nostra Patria»: con queste parole il Papa si è rivolto al popolo argentino in occasione del bicentenario dell’indipendenza. Attraverso un videomessaggio in spagnolo — trasmesso nel Paese a mezzogiorno di venerdì 30 settembre — il Pontefice ricorda anche le figure di Mama Antula, beatificata in agosto, e del Cura Brochero, che sarà proclamato santo il prossimo 16 ottobre.
Cari fratelli e sorelle,
In questo anno in cui stiamo ancora respirando l’aria dei festeggiamenti del Bicentenario, si svolgono due eventi che fanno la nostra storia, due eventi che sono molto importanti e molto forti, e ai quali do grande valore: uno è la beatificazione di Mama Antula, una donna che aiutò a consolidare l’Argentina profonda, e l’altro è la prossima canonizzazione del Cura Brochero, quel prete gaucho che ebbe compassione dei suoi amati serrani e lottò per dare loro dignità.
Messico
Embajador del Vaticano encomienda su labor a la Virgen de Guadalupe
Notimex - Xeu
La primera actividad del nuevo nuncio apostólico en México, Franco Coppola, fue visitar la Basílica de Guadalupe para encomendar su labor diplomática a la Virgen del Tepeyac, informó la Arquidiócesis Primada de México. A través de su página web detalló que el representante de la Santa Sede iniciará oficialmente sus labores una vez que entregue sus cartas credenciales al presidente de la República, Enrique Peña Nieto. (...)
Georgia
Giovanni Maria Vian: Il Vangelo prima di tutto
L'Osservatore Romano
(Giovanni Maria Vian) Una frase di Francesco a Ilia II racchiude il motivo conduttore del viaggio papale in Georgia, e in definitiva l’ispirazione del pontificato e della stessa esigenza cristiana: il Vangelo prima di tutto. Durante l’incontro, familiare e toccante, nel patriarcato ortodosso il Papa ha infatti ricordato l’esempio delle sante e dei santi del paese caucasico come incoraggiamento a «evangelizzare come in passato, più che in passato, liberi dai lacci delle precomprensioni e aperti alla perenne novità di Dio». Senza lasciarsi sgomentare dalle difficoltà e dai «veri nemici»: che non sono visibili perché «sono gli spiriti del male, fuori e dentro di noi» ha ricordato il Pontefice.
Congo (Rep. Dem.)
L’Eglise réitère son appel au dialogue inclusif en RDC
Voice of America - Afrique
La Conférence épiscopale nationale du Congo prépare un communiqué qui sera lu samedi aux délégués du dialogue et au conclave du Rassemblement pour les amener «autour d’une table», a dit à VOA Afrique le représentant de la Cenco Donatien Nshole. Dans un en entretien avec VOA Afrique, le représentant de la Cenco au dialogue, l’abbé Donatien Nshole, a réaffirmé que la Conférence épiscopale «ne signera pas un accord qui n’engagera pas l’ensemble des acteurs politiques», (...)
Georgia Avvenire
(Gianni Cardinale)  L' appello alla «pacifica coesistenza» tra i popoli e gli stati della regione caucasica. L' invito a imprimere un «nuovo slancio» e un «rinnovato fervore» nel cammino ecumenico con la locale Chiesa ortodossa, liberandosi da «lacci delle precomprensioni » del passato. La preghiera per «sollevare dalla devastazione l' Iraq e la Siria». Sono questi i tre momenti che hanno segnato la prima giornata del viaggio di papa Francesco in Georgia, prima tappa di una visita di tre giorni che si chiuderà domani in Azerbaigian. Dopo un volo di quattro ore il Pontefice è arrivato a Tbilisi.
Asia
Pope challenges Jesuits, say South Asians
NC Reporter
(Jose Kavi) As the Society of Jesus gets ready to elect a new superior general, South Asia -- its largest unit -- looks forward to a leader who can help them respond to the challenges that Pope Francis has thrown at Catholic religious. "The pope has been living his Jesuit vocation without proclaiming it. That has challenged the Society [of Jesus] to reflect deeper," said Fr. Varkey Perekkatt, the Jesuits' Delhi provincial. (...)
Georgia
Chiesa dell'Assunta. Incontro con sacerdoti, religiose, religiosi e seminaristi. Testimonianze
Sala stampa della Santa Sede
Testimonianza di un sacerdote armeno
Santissimo Padre,
grazie alla Divina Provvidenza ci ritroviamo per la terza volta quest’anno insieme a Lei.
La prima volta è stata in Armenia, dove abbiamo espresso a Lei, Santo Padre, ciò che scaturiva dal nostro cuore: amore, identità, vita e testimonianza. Un incontro che sta dando i suoi frutti in un rinnovato e coraggioso cammino di fede.

reflexionyliberacion.cl
Papa Francisco anunció hoy en un mensaje dirigido al pueblo argentino que sus compromisos de viaje del año próximo ya están fijados y no vendrá a la Argentina ni al Cono Sur de Latinoamérica en 2017… En un mensaje difundido a través de “L’Osservatore Romano” para la Argentina, el Papa Francisco les pidió a todos sus compatriotas “que se pongan la Patria al hombro”. “Esta Patria necesita que cada uno de nosotros, le entreguemos lo mejor de nosotros mismos, para mejorar, crecer, madurar” señaló el pontífice. (...)
Georgia
Chiesa dell'Assunta. Incontro con sacerdoti, religiose, religiosi e seminaristi. Saluto di mons. Giuseppe Pasotto, amministratore apostolico del Caucaso
Sala stampa della Santa Sede
Santità, Papa Francesco,
che bello, dopo aver celebrato la Santa Messa, ritrovarci qui, insieme a Lei, nostro Pastore, sotto gli occhi di Maria Assunta e abbracciati dai Santi cari a questa gente georgiana, dipinti sull’abside! Abbiamo voluto questo incontro in questo luogo per sentirci famiglia, per sentirci con Lei a casa nostra e poter condividere preoccupazioni, gioie e prospettive come si fa quando ci si vuole bene.