domenica 14 febbraio 2016

Papa in Messico 
Sala stampa della Santa Sede
[Text: Italiano, Español, English, Français, Português]
Santa Messa nella Basilica di “Nuestra Señora de Guadalupe” a Città del Messico. Omelia del Santo Padre
Nel pomeriggio, lasciata la Nunziatura Apostolica, il Santo Padre Francesco si è trasferito in papamobile alla Basilica di “Nuestra Señora de Guadalupe”, il principale santuario del Messico e il più grande santuario mariano del mondo ove viene venerata la Vergine di Guadalupe, Patrona del Messico, dei Paesi Americani e delle Filippine. Il Papa è arrivato alla Basilica minore e da lì alle ore 17 si è recato in processione alla nuova Basilica dove ha presieduto la Celebrazione Eucaristica nel corso della quale, dopo la proclamazione del Vangelo, ha pronunciato l’omelia che riportiamo di seguito:
Omelia del Santo Padre
Traduzione in lingua italiana
Abbiamo ascoltato come Maria andò a visitare la cugina Elisabetta. Senza indugi, senza dubbi, né lentezze, va ad accompagnare la sua parente che era agli ultimi mesi di gravidanza.
L’incontro con l’angelo non ha fermato Maria, perché non si è sentita privilegiata, o in dovere di staccarsi dalla vita dei suoi. Al contrario, ha ravvivato e messo in moto un atteggiamento per il quale Maria è e sarà sempre ricordata: la donna del sì, un sì di dedizione a Dio e, al tempo stesso, un sì di dedizione ai suoi fratelli. E’ il sì che la mise in movimento per dare il meglio di sé, ponendosi in cammino incontro agli altri.
Vaticano
Nuovo tweet del Papa: "Maria è la donna del sì, un sì di dedizione a Dio, un sì di dedizione ai suoi fratelli. Seguiamola nella sua dedizione." (14 febbraio 2016)

Twitter 

Italiano
Francese
Inglese
Spagnolo
Portoghese
Tedesco
Polacco
Arabo

Cuba
Alto funcionario del Vaticano visita Consejo de Iglesias de Cuba
Prensa Latina
El presidente del Pontificio Consejo para la Promoción de la Unidad de los Cristianos, el cardenal Kurt Koch, visitó hoy el Consejo de Iglesias de Cuba (CIC), donde intercambió con su presidente, reverendo Joel Ortega. La visita estuvo enmarcada en los propósitos del Vaticano, guiados por los principios del Sumo Pontífice de la Iglesia Católica, el papa Francisco, de fomentar el diálogo y la unidad entre los cristianos y hombres de buena voluntad, como vía para la paz y la armonía. (...)
Cuba
Cuba decorates Russia patriarch after pope visit
AFP - Yahoo
Cuba's president Raul Castro awarded the country's highest honor to Russian Orthodox Patriarch Kirill on Saturday, hailing his role in the communist island's relations with Moscow. The 84-year-old president handed the leader of the Russian Orthodox Church the Order of Jose Marti, a Cuban national hero, in the governmental Palace of the Revolution in Havana. (...)
DOMENICA 14 FEBBRAIO 2016

sabato 13 febbraio 2016

India
Indian bishop lifts convicted priest's suspension
UCAnews
A Catholic bishop in southern India has lifted the suspension of a priest convicted last year of sexually abusing a 16-year-old girl in the United States. The 2010 suspension order imposed on Father Joseph Palanivel Jeyapaul, 61, was lifted on Jan. 16 after consultations with the Vatican’s Congregation for the Doctrine of the Faith, Bishop Arulappan Amalraj of Ootacamund told ucanews.com Feb. 9. (...) 
Messico
Il programma del viaggio in Messico del Santo Padre per domani, 14 febbraio
 (a cura redazione il Sismografo)
Ecatepec - Santa Messa 
Domenica 14 febbraio – 10:00 (in Italia 16.00) 
Al primo mattino, dal Campo militare "Marte", in un elicottero Puma dello Stato Maggiore della presidenza, il Santo Padre si trasferirà al Centro Studi Superiori di Ecatepec, distante 50 km. Nell'area campestre del Centro, che può contenere 400.000 persona, il Pontefice presiederà una Concelebrazione Eucaristica. Sarà accolto e salutato dal vescovo della diocesi mons. Oscar Roberto Dominguez Couttolenc. La Santa Messa, per laici e famiglie impegnati nella pastorale, avrà inizio alle ore 10.15, in Italia 16.15. Al termine, il Papa farà rientro, sempre in elicottero a Città del Messico (Campo Marte) e poi andrà subito in Nunziatura. Alle 16.30 (in Italia 22.30) Francesco farà visita all'Ospedale Pediatrico "Federico Gómez" (7 Km).
Congo (Repubblica) 
Bishops of Congo call on nation to embrace love and forgiveness
Radio Vaticana

Congo Brazzaville's Catholic newspaper, “La Semaine Africaine” reports this week that the Bishops of Congo Brazzaville, at the end of their Plenary Assembly, have released a pastoral statement calling on the people of the Republic of Congo to live their “Christian vocation as witnesses of God’s mercy to others.” This, the Bishops emphasise, “means showing God’s forgiveness, compassion, tenderness and love, to build a fairer Congo, where unity, reconciliation, dialogue, harmony and sharing take precedence over selfishness, hatred, rancour, vindictiveness and divisions,” the Bishops emphasise. (...)
COPE
El encuentro de este viernes en La Habana entre el Papa Francisco y el patriarca Kiril de Moscú será el primero que se produce entre los jefes de ambas iglesias desde el Gran Cisma de 1054. Se abre así una vía de diálogo entre las dos iglesias cristianas. Puede suponer el signo de una futura visita del Papa a Moscú, la asignatura pendiente de los obispos de Roma. Los católicos en Rusia son unos 600.000. (...)
The Guardian
(Rosie Scammell) Panorama programme about late pontiff’s relationship with US academic Anna-Teresa Tymieniecka ‘more smoke than fire’. The Vatican has distanced itself from an upcoming BBC Panorama documentary that is expected to examine the relationship between Pope John Paul II and a US academic, with a source describing its content as being “more smoke than fire”. The Secret Letters of Pope John Paul II, due to be aired on Monday, is expected to detail the late pontiff’s relationship with Anna-Teresa Tymieniecka, a Polish-born American philosopher (...)
Italia
Papa-Kirill:Boytsov, forse incontro Bari
Ansa
"Sono certo che il Patriarca Kirill vorrebbe tanto incontrare Papa Francesco qui a Bari", ma noi possiamo "solo pregare" perchè questa possibilità "è nelle mani dei nostri presuli". Lo ha detto il rettore della Chiesa ortodossa russa a Bari, arciprete Andrey Boytsov, nel corso di una intervista all'ANSA (...)
Canada
Vescovi Canada: Messaggio di Quaresima sul fine vita
Radio Vaticana
“Io ti ho posto davanti la vita e la morte”. E’ significativamente tratto da questo passaggio del Deuteronomio, prima lettura del giovedì dopo le Ceneri, il titolo del messaggio di Quaresima della Conferenza episcopale canadese (Cecc). Il documento, firmato dal presidente della Cecc, mons. Douglas Crosby, è infatti dedicato al tema del suicidio assistito, sul quale i vescovi canadesi (...)
eldia.es
El papa Francisco ha nombrado al hasta ahora nuncio apostólico en Rusia y Uzbekistán, Ivan Jurkovic, como nuevo observador permanente de la Santa Sede ante las Naciones Unidas en Ginebra, informó hoy el Vaticano. Jurkovic será asimismo el representante permanente del Vaticano ante las agencias especializadas de la ONU y ante la Organización Mundial del Comercio en la ciudad suiza.  (...)
Messico
Francis issues blunt warnings, broad vision in manifesto to Mexican bishops
NC Reporter
(Joshua J. McElwee) Pope Francis has given one of his most direct and blunt outlines for what he expects from Catholic bishops, forcefully telling the Mexican episcopacy what they should and should not be doing -- warning them against words that are "empty figures of speech" and inaction that "squanders" their country's history. (...)
Indonesia
Premio Onu ai pescatori di Aceh, salvatori dei migranti del mare
AsiaNews
Gli attivisti di Geutanyoe Foundation indicano i pescatori della provincia indonesiana per il Nansen Refugee Award. Il riconoscimento è assegnato ogni anno dall’Unchr per quanti operano a favore di rifugiati e sfollati. Lo scorso anno salvate centinaia di Rohingya e bangladeshi alla deriva nei mari. (...)
(a cura Redazione "Il sismografo")
(LB) Oggi, nella Cattedrale di Città del Messico, Papa Francesco nel discorso ai vescovi ha detto: "Un inquieto e illustre scrittore di questa terra, disse che a Guadalupe non si chiede l’abbondanza dei raccolti o la fertilità della terra, bensì si cerca un grembo in cui gli uomini, sempre orfani e diseredati, vanno cercando una protezione, una casa." Chi è questo "inquieto e illustre scrittore"? Octavio Paz.
(Wikipedia) Octavio Paz Lozano (Città del Messico, 31 marzo 1914 – 20 aprile 1998) è stato un poeta, saggista e diplomatico messicano, premio Nobel per la letteratura nel 1990. È considerato il poeta di lingua spagnola più importante della seconda metà del Novecento. Nell'arco dell'intero secolo è superato per fama solo da Juan Ramón Jiménez, Vicente Huidobro, César Vallejo e Pablo Neruda.
Paz, una delle figure più importanti della letteratura contemporanea, sia come poeta che come saggista, visse a lungo in Spagna, dove sostenne la lotta dei repubblicani durante la Guerra civile spagnola (anche se, in seguito, prenderà le distanze dal comunismo), e in Francia, dove ebbe modo di avvicinarsi al surrealismo.
Radio Vaticana
(Fabio Colagrande) L'incontro tra Papa Francesco e il Patriarca Kirill è una tappa storica sulla via dell'unità dei cristiani. Al microfono di Fabio Colagrande, la riflessione del prof. Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant'Egidio: R. – Certo che me l’aspettavo! E’ naturale! E direi che l’attesa si è troppo a lungo prolungata per i problemi che noi sappiamo, però da qualche anno s’era capito che l’incontro ci sarebbe stato. Non solo perché il Papa di Roma – Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco (...)
I-Media
(Antoine-Marie Izoard) C’est un long et puissant discours que le pape François a prononcé devant l’épiscopat mexicain, le 13 février 2016, au lendemain de son arrivée au Mexique. Dans la cathédrale de l’Assomption, à Mexico, le premier pape latino-américain a invité les évêques à une véritable “conversion pastorale“ pour être proches du peuple chrétien, fuyant le “carriérisme“, la corruption, et recherchant la “transparence“. Le pape a aussi invité les évêques à un véritable “courage prophétique“ pour lutter contre le narcotrafic, véritable “métastase“ qui ronge le pays. (...)
Messico
Pope issues tough-love message to Mexico's political elite
AP
(Nicole Winfield) Pope Francis told Mexico's political leaders on Saturday that they have a duty to provide their people with security, "true justice" and basic services as he plunged head-on into the drug-inspired violence, corruption and social ills that are tormenting the country. (...) 
Pope presses Mexico president, bishops on corruption and drugs ()
Vaticano
Santa Sede-Nazioni Unite, un nuovo osservatore a Ginevra
acistampa
(Andrea Gagliarducci) L’arcivescovo Ivan Jurkovic è il nuovo Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’ufficio ONU di Ginevra. Prende il posto dell’arcivescovo Silvano Maria Tomasi, che lascia al compiere dei 75 anni dopo aver trascorso più di dieci anni alle Nazioni Unite. L’arcivescovo Ivan Jurkovic era dal 2011 nunzio apostolico nella Federazione Russa e in Uzbekistan. (...)
Messico
Bergoglio ai vescovi messicani: “Agite contro il narcotraffico, metastasi che divora”
Zenit
(Salvatore Cernuzio) Entra “con passo delicato”, Papa Francesco, nella casa e nell’anima del popolo messicano, ma non manca di stigmatizzare con particolare vigore quei macigni che ostacolano la crescita di questo bel paese: dal narcotraffico, al flusso di migrazioni fino alla corruzione e mondanità che investono la politica quanto la stessa Chiesa. (...)
Vaticano
Papa Francesco nella cabina di pilotaggio dell'airbus Alitalia
(a cura Redazione "Il sismografo")
(Alitalia)
Papa in Messico
Sala stampa della Santa Sede
Incontro con i Vescovi del Messico nella Cattedrale metropoliltana dell’Assunzione. Discorso del Santo Padre 
[Text: Italiano, Español, English, Français, Português] 
Alle ore 11.30 di questa mattina il Santo Padre Francesco ha incontrato i Vescovi del Messico nella Cattedrale metropolitana dell’Assunzione di Città del Messico. Compiuto un largo giro in papamobile tra i fedeli nella Piazza della Costituzione, al Suo arrivo sul sagrato il Papa è stato accolto dal Capitolo che lo accompagnava all’interno della Cattedrale presso l’Altare del Perdono, in cui è esposto il Santissimo Sacramento. Nel corso dell’incontro con l’Episcopato messicano, dopo gli indirizzi di omaggio dell’Arcivescovo di Città del Messico, Card. Norberto Rivera Carrera, e del Presidente della Conferenza Episcopale Messicana, Card. José Francisco Robles Ortega, il Santo Padre ha pronunciato il discorso che riportiamo di seguito:
Discorso del Santo Padre
Cari fratelli,
Sono contento di potervi incontrare il giorno dopo il mio arrivo in questo amato Paese, che, seguendo i passi dei miei Predecessori, anch’io sono venuto a visitare.
Non potevo non venire! Potrebbe il Successore di Pietro, chiamato dal lontano sud latinoamericano, fare a meno di posare lo sguardo sulla Vergine “Morenita”?
Vi ringrazio per avermi accolto in questa Cattedrale, “piccola casa” diventata grande ma sempre “sacra”, che la Vergine di Guadalupe domandò, e per le gentili parole di benvenuto che mi avete rivolto.
Vaticano
Sabato 13 febbraio: la giornata del Papa
(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Nomine
*** L’Incontro di S.S. Francesco con S.S. Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia (12-18 febbraio 2016) 
Parole dopo la Firma della Dichiarazione comune - Papa e Patriarca 
Dopo la firma della Dichiarazione comune (Cfr boll n. 111) il Patriarca Kirill di Mosca e di tutta la Russia e il Santo Padre Francesco sono intervenuti “a braccio” rivolgendo alcune parole ai presenti nel salone dell’aeroporto.
Papa Francesco
Santità, Eminenze, Reverendi,
Abbiamo parlato come fratelli, abbiamo lo stesso Battesimo, siamo vescovi. Abbiamo parlato delle nostre Chiese, e concordiamo sul fatto che l’unità si fa camminando. Abbiamo parlato apertamente, senza mezze parole, e vi confesso che ho sentito la consolazione dello Spirito Santo in questo dialogo. Ringrazio per l’umiltà Sua Santità, umiltà fraterna, e i suoi buoni auspici di unità.
Sud Sudan
Give Journalists freedom for the nation to grow, says Bishop Santo
AMECEA
The Auxiliary Bishop of the Catholic Archdiocese of Juba, His Lordship, Santo Loku Pio says the government should ensure that the media houses work without difficulties to enlighten South Sudanese on reconciliation. He further said that journalists should be given their freedom to fully inform the citizens for the nation to grow. (...)
Radio Vaticana
Nel suo viaggio in Messico, Papa Francesco percorrerà circa 400 chilometri in papamobile, incontrando così da vicino la popolazione. Sulle attese e sulla preparazione del Paese per il viaggio del Pontefice, il nostro inviato Alessandro Guarasci ha intervistato il nunzio apostolico in Messico, l’arcivescovo Christophe Pierre: R. – Abbiamo avuto poco tempo, perché praticamente sono stati soltanto tre mesi di preparazione intensa. E’ vero che questo viaggio è un po’ "complicato", perché il Papa si muoverà tutto il tempo, non solamente nel centro del Paese per l’omaggio alla Vergine di Guadalupe, ma anche nel Nord, nel Sud, a Morelia. La logistica di un viaggio così è abbastanza complicata, però si lavora bene. (...)
Sala stampa della Santa Sede
Santo Padre:
Los Obispos de México, profundamente agradecidos con Dios nuestro Señor por la gracia de la séptima visita apostólica de un Papa a estas tierras, a nombre del pueblo católico y de todos los hombres y mujeres de buena voluntad, damos a Su Santidad la más cordial bienvenida.

Cuba
Rinde homenaje al soldado soviético el Patriarca de Moscú y Toda Rusia
Granma
El Patriarca Kirill de Moscú y Toda Rusia rindió tributo en la mañana de este sábado 13 de febrero al Soldado Internacionalista Soviético. Ante el Monumento que recuerda en Cuba a todos los hombres que brindaron su solidaridad en nuestro país, Su Santidad colocó una ofrenda floral. (...)
Messico
Bienvenida a Su Santidad Francisco, Mensaje del Presidente Enrique Peña Nieto
gob.mx
El Presidente de la República, Enrique Peña Nieto, recibió a Su Santidad Francisco en el Palacio Nacional, en nombre de los mexicanos le dio la bienvenida a México. "Reconocemos al Papa reformador que está llevando a la Iglesia Católica, al encuentro con la gente. Como Jefe de Estado, hoy en Palacio Nacional, el Gobierno de México reconoce con honores su investidura". (...)
Vaticano
Nuovo tweet del Papa: "Il Messico ha un volto giovane. Questo permette di pensare e progettare un futuro, un domani. Questo dà speranza." (13 febbraio 2016)

Twitter 

Italiano
Francese
Inglese
Spagnolo
Portoghese
Tedesco
Polacco
Arabo

Venezuela
Allarme per la carenza di farmaci e assistenza in Venezuela. La salute un diritto per i cittadini un dovere per lo Stato
L'Osservatore Romano
La salute è un diritto umano e non può dipendere da interessi ideologici di gruppi, istituzioni o Governi: la «situazione di profonda crisi del settore sanitario che tutti sperimentiamo ci deve sensibilizzare di fronte alla sofferenza, considerata fino a ora “altrui” ma che nelle circostanze che stiamo vivendo deve diventare “propria”».
Vatican Insider
(Andrea Tornielli) Francesco ha varcato la soglia del Palazzo Nazionale. Nel discorso alle autorità e alla società civile dice: «Ogni volta che cerchiamo la via del privilegio o dei benefici per pochi a scapito del bene di tutti, la vita sociale si trasforma in un terreno fertile per la corruzione, il narcotraffico, l’esclusione delle culture diverse, la violenza e persino per il traffico di persone, il sequestro e la morte». Quando arrivò Giovanni Paolo II, nel gennaio 1979, venne accolto come il signor Karol Wojtyla, in un Paese ancora molto cattolico che ancora risentiva di un’impostazione fortemente laicista, (...)
Fatto Quotidiano
(Francesco Grana) Il pontefice ha incontrato il presidente Pena Nieto e le autorità del Paese. "L'esperienza ci dimostra - ha detto - che ogni volta che cerchiamo la via del privilegio o dei benefici per pochi a scapito del bene di tutti, presto o tardi la vita sociale si trasforma in un terreno fertile per la corruzione, il narcotraffico, l’esclusione delle culture diverse, la violenza e persino per il traffico di persone, il sequestro e la morte, che causano sofferenza e che frenano lo sviluppo" (...)
Italia
«Interferenze improprie:evitiamole”

La Stampa
(Giacomo Galeazzi) «Ognuno deve fare la sua parte. Non è compito della Cei indicare al Parlamento come deve votare una legge», afferma don Gino Rigoldi, presidente della «Comunità Nuova» e cappellano del carcere minorile «Beccaria» di Milano. «No alle ingerenze».
Sulle unioni civili, Bagnasco attacca e Galantino frena. I vescovi italiani sono divisi?
«Le interferenze dell’episcopato nella sfera politica sono sempre improprie. Nessuno mette in discussione il diritto della Cei di esprimere posizioni. L’efficacia, però, dipende dalle modalità e la contrapposizione frontale risulta controproducente.
Vaticano
Un viaggio nella storia. Da Gerusalemme a Mosca, al sorriso di Kirill. Il cammino dell’unità è segnato
SIR
(Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi, già sottosegretario della Congregazione per le Chiese orientali) Il ricordo di quando Paolo VI nel 1964 incontrò Atenagora a Gerusalemme nella Rappresentanza Pontificia. E poi  la visita a San Pietroburgo dal 21 al 23 maggio del 1999 del cardinale Silvestrini per le prime ordinazioni sacerdotali cattoliche dopo oltre ottant’anni. (...)
Papa in Messico
Papa Francesco: "L’esperienza ci dimostra che ogni volta che cerchiamo la via del privilegio o dei benefici per pochi a scapito del bene di tutti, presto o tardi la vita sociale si trasforma in un terreno fertile per la corruzione, il narcotraffico, l’esclusione delle culture diverse, la violenza e persino per il traffico di persone, il sequestro e la morte, che causano sofferenza e che frenano lo sviluppo"

Sala stampa della Santa Sede
Incontro con le Autorità, la Società Civile e il Corpo Diplomatico. Discorso del Santo Padre.
[Text: Italiano, Français, English, Español, Português]
Alle ore 10.15, nel Patio centrale del Palazzo Nazionale di Città del Messico, il Papa incontra le Autorità, la Società Civile e il Corpo Diplomatico. Dopo il discorso del Presidente della Repubblica, Sig. Enrique Peña Nieto, il Santo Padre Francesco pronuncia il discorso che riportiamo di seguito:
Discorso del Santo Padre
 
Traduzione in lingua italiana
Signor Presidente,
Membri del Governo della Repubblica,
Distinte Autorità,
Rappresentanti della società civile,
Fratelli nell’Episcopato,
Signori e Signore!
La ringrazio, Signor Presidente, per le parole di benvenuto che mi ha indirizzato. È motivo di gioia poter calcare questa terra messicana che occupa un posto speciale nel cuore delle Americhe. Oggi vengo come missionario di misericordia e di pace, ma anche come un figlio che vuole rendere omaggio a sua madre, la Vergine di Guadalupe e lasciarsi guardare da lei.
Cercando di essere un buon figlio, seguendo le orme della madre, desidero, a mia volta, rendere omaggio a questo popolo e a questa terra tanto ricca di cultura, di storia e di diversità. Nella sua persona Signor Presidente, desidero salutare e abbracciare il popolo messicano nelle sue molteplici espressioni e nelle più diverse situazioni in cui esso vive. Grazie per ricevermi oggi nella vostra terra.

Sala stampa della Santa Sede
Mosaico della Vergine di Guadalupe (Studio del Mosaico, Fabbrica di S. Pietro)
L’opera musiva (cm. 50x80/ n. inv. 7481) è stata realizzata in equipe dai Mosaicisti dello Studio del Mosaico Vaticano dal novembre 2015 a febbraio 2016. Nell’esecuzione del quadro si è cercato il più possibile di avvicinarsi ai colori della Tilma originale conservata nella Basilica di Città del Messico.
Gli smalti policromi sono stati applicati con stucco oleoso su di una base metallica. Lo stucco, a base di olio di lino e polvere di marmo, ha la stessa composizione di quello utilizzato nei secoli scorsi per applicare i mosaici nella Basilica di San Pietro.
Cuba
Francesco e Kirill, un passo comune per la pace, dal Medio Oriente all’Ucraina
l'Unità
(Francesco Peloso) L’incontro tra Papa Francesco e il russo Kirill. Aperto alla contemporaneità il primo, portatore di una visione assai più tradizionalista il secondo. Il patriarca ha comunque ha creduto nel dialogo con il papato -- L’incontro storico alla fine si è svolto negli ambienti un po’ anonimi, certamente spogli, dell’aeroporto dell’Avana (...)
Messico
Il Messico in festa ha accolto Papa Francesco. Fiume di luci
L'Osservatore Romano
(Gaetano Vallini) È stata una vera e propria festa quella organizzata per l’arrivo di Francesco all’aeroporto di città del Messico venerdì sera, 12 febbraio, con giochi di luci, bandierine colorate, gruppi musicali nei costumi tradizionali, canti, balli e cori da stadio. E davvero sembrava uno stadio l’area antistante l’hangar presidenziale, attrezzata con enormi tribune stracolme di gente, ben cinquemila persone, dove si è svolta la cerimonia di benvenuto. Cinquemila persone che hanno fatto sentire tutto il loro affetto e il loro calore all’ospite. E non poteva essere altrimenti. I messicani di Papi ne hanno già accolti due negli ultimi 37 anni: Giovanni Paolo II per cinque volte e Benedetto XVI nel 2012. Ogni volta è stata una festa. Ma l’arrivo di Francesco non poteva non avere un sapore diverso. È un Pontefice latinoamericano. È uno di loro, e già questo rende la sua visita speciale. E così non poteva che essere speciale il benvenuto.
Messico
Incontro delle comunità indigene nello Stato del Chiapas. Esempio prezioso
L'Osservatore Romano
Gli indigeni, «sfollati, minacciati e ostacolati da certi modelli di “progresso” che non contemplano la dignità di tutti», possono dare al mondo intero «l’esempio prezioso di una vita in armonia con la natura» e fornire «una luce per la via del cambiamento di cui abbiamo bisogno». Con queste parole il cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace, si è rivolto ai partecipanti al convegno intitolato «Con l’enciclica Laudato si’ difendiamo il diritto alla terra, al territorio e alle foreste» che si svolge il 13 e il 14 febbraio a San Cristóbal de Las Casas in Chiapas, in preparazione all’incontro che Papa Francesco avrà lunedì 15 con le comunità indigene.
(a cura redazione "Il sismografo")
(Luis Badilla - Francesco Gagliano) In Messico - nonostante siano passati più di 36 anni dalla prima storica visita di un Papa, s. Giovanni Paolo II (1979) - molti ancora ricordano le parole dell'allora Presidente della Repubblica José López Portillo nel suo benvenuto al Pontefice: "Santo Padre, qui i messicani, per un 90%, sono cattolici, ma il 100% sono guadalupani". Anni più tardi, un altro Presidente messicano, Felipe Calderón dirà: "Alla fine, per molti messicani, anzi la maggioranza, la Signora di Guadalupe è un segno d'identità e di unità. Siamo guadalupani a prescindere, oserei dire, dalla fede, dalle credenze e dalle non credenze". 

Mondo
L’incontro tra Francesco e Cirillo sulla stampa internazionale. Un sorriso contro secoli di divisione
L'Osservatore Romano
Il percorso è stato lungo, difficile, ma alla fine il traguardo è stato raggiunto. Così «The Guardian», nell’edizione del 13 febbraio, inquadra lo storico incontro a Cuba tra Papa Francesco e il Patriarca Cirillo. Il titolo dell’articolo, di Alce Luh, «Finalmente!» richiama l’esclamazione di Francesco nell’atto di abbracciare il Patriarca, in modo da rendere ancor più evidente il significato di un incontro che ha potuto avere luogo grazie a un lavoro lungimirante, accurato e paziente. Il quotidiano britannico mette in rilievo che le fonti sia della Chiesa cattolica sia della Chiesa ortodossa hanno tenuto a precisare che l’avvenimento è “apolitico”, radicato in un ben preciso impegno pastorale, diretto anzitutto ad affrontare la drammatica questione dei cristiani in Medio oriente. Al riguardo nell’articolo si cita il portavoce di Cirillo, Alexander Volkov, il quale afferma che «al cento per cento l’incontro non ha alcun rapporto con la politica».
Russia
Kirill, « chef d'État » à la tête de l'Église orthodoxe russe

La Croix
(Samuel Lieven) Résidence de l’ambassadeur de Russie à Paris, mars 2014. Ce soir-là, le dernier ouvrage du patriarche Kirill de Moscou – des méditations sur le Carême traduites en français – est à l’honneur devant un auditoire de journalistes. Tour à tour, les officiels vantent les « exceptionnelles » qualités de prédicateur et de responsable d’Église de l’auteur. « Mais aussi, ajoute l’ambassadeur, de chef d’État… Car notre patriarche aurait pu aussi bien diriger un État. » (...)
“il manifesto”
(Luca Kocci) Che il cardinal Bagnasco e monsignor Galantino su parecchie questioni non la pensino proprio allo stesso modo non è una novità. La distanza fra i due – il primo, presidente della Conferenza episcopale italiana nominato la prima volta da papa Ratzinger; il secondo, segretario della Cei scelto da papa Francesco – è emersa nuovamente ieri, in maniera più evidente che nel passato, su una questione procedurale, ma su tema altamente sensibile: il ddl Cirinnà sulle unioni civili, in questi giorni all’esame del Senato. (...)
Cuba
«Finalmente»
L'Osservatore Romano
(Gaetano Vallini) «Finalmente». La prima parola pronunciata da Francesco dopo lo storico abbraccio con Cirillo dice quanto questo momento fosse da sempre sperato e troppo a lungo atteso. «Siamo fratelli» ha aggiunto in spagnolo il Papa ripetendo più volte la parola hermano. «Adesso le cose sono più facili» ha detto il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia. «È più chiaro che questa è la volontà di Dio», gli ha risposto il Pontefice. L’inverno ecumenico tra Roma e Mosca si è così dissolto in un caldo pomeriggio di Cuba, con un gesto che non cancella certo secoli di divisioni, ma che segna un nuovo, promettente inizio. Un rilancio delle relazioni che passa anche attraverso la prima dichiarazione congiunta firmata da un Pontefice e da un capo dell’ortodossia russa.
Vatican Insider
(Andrea Tornielli) Francesco è partito per il pellegrinaggio che dopo il «prologo» cubano caratterizzato dall'incontro con il Patriarca di Mosca lo porterà in cinque aree del Messico. I temi del viaggio: la promozione e lo sviluppo delle popolazioni indigene, la piaga del narcotraffico, i migranti che cercano di entrare negli Usa. Papa Francesco è partito questa mattina per il viaggio in Messico che ha un «prologo» di portata storica: l'incontro all'aeroporto dell'Avana, a Cuba - nel primo pomeriggio ora locale, la sera in Europa - con il patriarca di Mosca e di Russia Kirill.L'importanza di questo incontro è data dall'evento in sé, significativo più ancora di quanto potrà essere detto. (...)