lunedì 27 giugno 2022

Nigeria
Abducted Edo catholic priest killed as community youths apprehend one culprit

(vanguard)
Meanwhile, brave youths who chased the kidnappers were able to apprehend one of the suspected kidnappers who in the cause of the confrontations injured several persons including a woman said to have been hit by a stray bullet but survived it. A leader of the community who did not want his name mentioned for security reasons said late last night that “Our boys pursued the kidnappers into the bush and they killed one of our boys but the mass servant who was shot is in Otibhor (ISTH) right now and he just came out of the theater and he survived it, it was the vigilante that died. Our boys went after them and were able to arrest one of the kidnappers who has confessed to the crime and he is presently at the Area Command of the Police in Auchi. (...)

Vaticano
Discorso del Santo Padre Francesco alle Comunità Neocatecumenali

(vatican.va) Abbiamo sentito la missione di Gesù: “Andate, date testimonianza, predicate il Vangelo”. E da quel giorno gli apostoli, i discepoli, la gente tutta è andata avanti con la stessa forza di quello che Gesù aveva dato loro: è la forza che viene dallo Spirito. “Andate e predicate… Battezzate…”. Ma sappiamo che, una volta che abbiamo battezzato, la comunità che nasce da quel Battesimo è libera, è una nuova Chiesa; e noi dobbiamo lasciarla crescere, aiutarla a crescere con le proprie modalità, con la propria cultura… È questa la storia dell’evangelizzazione. Tutti uguali in quanto alla fede: credo in Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, il Figlio che si è incarnato, è morto e risorto per noi, lo Spirito che ci aiuta e ci fa crescere: la stessa fede. Ma tutti con la modalità della propria cultura o della cultura del posto dove è stata predicata la fede. (...)

Spagna
Marea contra el aborto en Madrid: “El Gobierno quiere eliminar a las familias”

(Vida Nueva)
Miles de personas se han congregado hoy en Madrid, de la mano de 200 asociaciones, para la Manifestación en defensa de la Vida y la Verdad, convocada por la plataforma Neos, para protestar en contra de la nueva Ley del Aborto que se debate en el Congreso de los Diputados. La manifestación daba comienzo a las 12:00 horas de este domingo en la Glorieta de Bilbao, para avanzar por las calles de Sagasta y Génova, terminando en la Plaza de Colón, donde, desde el escenario, se ha leído el manifiesto final de esta marcha que lleva por lema ‘¡Nos jugamos la vida! ¡Basta ya de leyes contra la verdad y la naturaleza humana!’. Los participantes - (...)

Vaticano
El papa se mueve ya sin la silla de ruedas y con la ayuda de un bastón

(Efe)
El papa Francisco apareció hoy en el Vaticano caminando con la ayuda de un bastón y sin la silla de ruedas que había empezado a usar por sus problemas en la rodilla derecha y que le obligaron a suspender el viaje a la República Democrática del Congo y Sudán del Sur previsto para principios de julio. El pontífice llegó hoy con paso lento al aula Pablo VI para la audiencia con el movimiento Neocatecumenal pero mucho más seguro que antes de someterse a las infiltraciones en la rodilla para curar los dolores que sufre y que le impiden estar mucho tiempo de pie o andar. Francisco no ofició este sábado la misa de clausura del X Encuentro de la Familia y se limitó a leer la homilía, pero sí se le vio dar unos primeros pasos con la ayuda de un bastón. Tras anular el viaje a África, (...)

Vaticano
Oggi è il trentesimo dell'ordinazione episcopale di p. Jorge Mario Bergoglio

Card. Antonio Quarracino - Mons. Jorge Mario Bergoglio -
Padre Bergoglio,  un'ultima cosa: Lei è stato 
nominato vescovo ausiliare di Buenos Aires"
(L.B. - R.C. - a cura Redazione "Il sismografo") Di Jorge Mario Bergoglio Sivori, vescovo di Roma, Papa dal 13 marzo 2013, ricorre oggi il trentesimo della sua ordinazione episcopale. Il 27 giugno 1992 padre Bergoglio fu consacrato vescovo dal suo superiore, Antonio Quarracino, arcivescovo di Buenos Aires e cardinale. Papa s. Giovanni Paolo II lo aveva nominato il 20 maggio vescovo titolare di Auca e ausiliare di Buenos Aires. Come motto mons. Bergoglio sceglie il "Miserando atque eligendo" e nello stemma inserisce il cristogramma IHS, simbolo della Compagnia di Gesù. Venne subito nominato vicario episcopale della zona Flores e il 21 dicembre 1993 diviene vicario generale. Il 3 giugno 1997, mons, Bergoglio viene promosso arcivescovo coadiutore di Buenos Aires.

Spagna
Cáritas Española y la historia de sus «75 años de amor por los demás»

(Richi Franco - el debate)
El primer secretario general de Cáritas fue Jesús García Valcárcel, miembro de la Asociación Católica de Propagandistas (ACdP) y fundador del CEU. La obra de la Iglesia es ejemplo de lucha tenaz contra la injusticia y la pobreza y de elevar la conciencia moral de la sociedad. Bajo el lema 75 años de amor por los demás, Cáritas Española celebra más de siete décadas de trayectoria como el rostro de la caridad de la Iglesia. La celebración coincidirá con la 80 Asamblea General de Cáritas, que tendrá lugar en El Escorial el 30 de junio y el 1 de julio, con la participación de los equipos directivos de las 70 Cáritas diocesanas de todo el país. l acto central de esta efeméride –cuya celebración arrancó el pasado mes de febrero  (...)

Vaticano
Comunicato del Dicastero per la Promozione dell’unità Dei Cristiani

(Sala stampa della Santa Sede) Nel quadro del tradizionale scambio di Delegazioni per le rispettive feste dei Santi Patroni, il 29 giugno a Roma per la celebrazione dei Santi apostoli Pietro e Paolo e il 30 novembre a Istanbul per la celebrazione di Sant’Andrea apostolo, una Delegazione del Patriarcato ecumenico farà visita a Roma dal 28 al 30 giugno 2022. La Delegazione sarà guidata dall’Arcivescovo di Telmissos Job, rappresentante del Patriarcato ecumenico presso il Consiglio Ecumenico delle Chiese e copresidente della Commissione mista internazionale per il Dialogo teologico tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa. L’Arcivescovo Job sarà accompagnato dal Vescovo di Alicarnassos Adrianos e dal Diacono patriarcale Barnabas Grigoriadis. Mercoledì 29 giugno, la Delegazione del Patriarcato assisterà alla solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal Santo Padre e avrà delle conversazioni con il Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani; giovedì 30 giugno, sarà ricevuta in udienza dal Santo Padre Papa Francesco. 

Vaticano
Bollettino della Sala stampa della Santa Sede: Udienze. Rinunce e Nomine. Avviso ai giornalisti

Udienze
Il Santo Padre Francesco ha ricevuto questa mattina in Udienza:
- Vescovi del Brasile in Visita “ad Limina Apostolorum”.
Il Papa riceve oggi in Udienza:
- Comunità Neocatecumenali
Rinuncia e Nomina del Vescovo di Annecy (Francia)
Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Annecy (Francia) presentata da S.E. Mons. Yves Boivineau.
Il Santo Padre ha nominato Vescovo di Annecy (Francia), S.E. Mons. Yves Le Saux, finora Vescovo di Le Mans. (...)
Rinuncia di Vescovo Ausiliare di Canelones (Uruguay)
Il Santo Padre ha accettato la rinuncia all’ufficio di Vescovo Ausiliare della Diocesi di Canelones (Uruguay), presentata da Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Leopoldo Hermes Garín Bruzzone.
Nomina di Vescovo Ausiliare di Santiago de Guatemala (Guatemala)
Il Santo Padre ha nominato Vescovo Ausiliare dell'Arcidiocesi di Santiago de Guatemala (Guatemala) il Rev.do Tulio Omar Pérez Rivera, del clero della Diocesi di Sololá-Chimaltenango, ivi Vicario Generale, assegnandogli la Sede titolare di Filaca. (...)
Avviso ai giornalisti

Iran
Grand Ayatollah Makarem: 'Stronger Shia-Sunni relations will foil plots'

(ABNA)
Senior Iranian Shia cleric highlighted importance of stronger interfaith relations between different religions stressing that improving relations between Shia and Sunni scholars will foil intrigues. Grand Ayatollah Nasser Makarem Shirazi met with Ayatollah Aliraza A’rafi, manager of the seminaries on his return from visit to the Vatican and discussed his views on necessity of interfaith dialogues. Senior jurist in this meeting slammed efforts to sow division among religions and those who pursue distancing different denominations. The cleric referred to diversity of thoughts and ideological disagreements and stresed that meeting between scholars will help settling many differences. Ayatollah Makarem Shirazi called familiarization with Shia thoughts as one of the key achievements by the Iranian delegation to the Vatican and said,” Your trip was particularly important for representing the Shia seminaries and settling the allegations against the Shia community.” (...)

Cile
Le Chili pourrait inscrire le droit à l'avortement dans sa Constitution

(Paula Bustamante, AFP - La Presse)
Considéré il y a encore quelques décennies comme un des pays latino-américains les plus conservateurs, le Chili pourrait voir très prochainement le droit à l’avortement inscrit dans sa Constitution, le plaçant à l’avant-garde mondiale en la matière. La nouvelle Loi fondamentale chilienne, rédigée pendant près d’un an par une Assemblée constituante composée de citoyens, sera soumise à référendum le 4 septembre. Si le texte est approuvé, il placera le Chili aux antipodes des États-Unis qui viennent de révoquer le droit fédéral à l’avortement : le droit à une « interruption volontaire de grossesse » (IVG) sera alors gravé dans la nouvelle Constitution. L’avortement suscite toujours le débat au Chili,  (...)

Vaticano
Presentazione del Vademecum 2.0 a cura del Dicastero per la Dottrina della Fede

Nota. Ecco il link alla versione aggiornata che annuncia il comunicato vaticano
*****
 «Vademecum su alcuni punti di procedura nel trattamento 
dei casi di abuso sessuale di minori commessi da chierici»
ver. 2.0
PRESENTAZIONE

A due anni dalla sua prima edizione, viene ora pubblicata la versione 2.0 del «Vademecum su alcuni punti di procedura nel trattamento dei casi di abuso sessuale di minori commessi da chierici», strumento elaborato dal Dicastero per la Dottrina della Fede per aiutare gli Ordinari e i Gerarchi e i loro collaboratori a trattare correttamente dal punto di vista canonico le delicate situazioni in cui un chierico viene accusato di delitti contro il sesto comandamento del decalogo con minori.

Vaticano
¿Existe realmente un papado en la sombra?

(Mateo González Alonso - Vida Nueva)
El periodista italiano Massimo Franco, fuertemente vinculado al popular periódico ‘Corriere della sera’, acaba de publicar un ‘Il monastero. Benedetto XVI, nove anni di papato-ombra’ (‘El monasterio. Benedicto XVI, nueve años de papado en la sombra’), publicado por la editorial Solferino el pasado mes de abril. El monasterio al que se refiere en periodista no es otro que el Mater Ecclesiae del Vaticano, al que Ratzinger se retiró tras unas obras de acondicionamiento. Franco analiza lo que ha ocurrido en torno al habitante de este monasterio desde que renunciara al papado en 2013, especialmente en lo que se refiere a los equilibrios y desequilibrios que salpican y condicionan la misión de Francisco al frente de la cátedra de San Pedro. Y es que, con el paso del tiempo, en torno a este desconocido monasterio los rezos de las monjas han sido sustituidos, (...)

Italia
Figli e diritti delle donne

(Lucetta Scaraffia - La Stampa)
Meglio chiarire subito: sono convinta che la decisione della Corte Suprema americana di negare all'aborto lo status di diritto inalienabile costituzionalmente garantito rappresenti di fatto una grave ferita alla libertà delle donne statunitensi, che molto probabilmente i repubblicani pagheranno caro nelle elezioni locali. E parimenti sono convinta che l'entusiasmo con il quale la Chiesa cattolica ha accolto questa decisione le costerà un ulteriore allontanamento delle donne. Ma c'è un punto sul quale vorrei riflettere. 

Mondo
Tre nuovi "martiri" della Chiesa cattolica nel mondo

Luisa Dell'Orto - Vitus Borogo - Christopher Odia
(R.C., a cura Redazione "Il sismografo") È stato un fine settimana di sangue per la Chiesa cattolica nel mondo, in particolare in Africa e America Latina, le due regioni del pianeta dove da decenni si uccidono più agenti pastorali ogni anno. Quando tutti eravamo ancora scossi dopo l'annuncio della tragica notizia della morte di due religiosi gesuiti messicani, Javier Campos e Joaquín Mora, che sono stati assassinati il 20 giugno scorso da un uomo armato mentre cercavano di proteggere una persona, una guida turistica, in una chiesa dello Stato settentrionale di Chihuahua, si è saputo sabato dell'uccisione di suor Luisa Dell'Orto, religiosa italiana da 20 anni in Haiti al servizio dei poveri (Piccole sorelle del Vangelo di Charles de Foucauld), vittima venerdì di un tentativo di rapina da parte di una delle numerose bande armate che operano nel Paese caraibico. Ieri dopo l'Angelus, Papa Francesco ricordando suor Luisa l'ha definita "martire".
E lo stesso avrebbe detto, se fosse stato avvisato tempestivamente dell'uccisione di p. Vitus Borogo, sacerdote nigeriano dello Stato di Kaduna, diocesano, eliminato spietatamente sabato da un gruppo di terroristi islamisti nella fattoria di una comunità cattolica che  il presule dirigeva. Padre Borogo aveva 50 anni, era robusto ed energico e quindi ha lottato con i suoi rapitori per evitare di essere prelevato.
Infine domenica sera, come se non bastasse, si è saputo la notizia che p. Christopher Odia, un altro sacerdote nigeriano, dello Stato di Edo, 41 anni, rapito da uomini armati in mattinata quando si recava nella sua chiesa, è stato portato via con la forza, e poi ritrovato cadavere lo stesso giorno secondo informazioni ufficiali della diocesi di Auchi.
Due paesi martoriati: Nigeria e Haiti. Tre martiri: suor Luisa, p. Vitus e p. Christopher. Una sola fede.
Intanto, di fronte al dramma nigeriano, dove i cristiani di diverse confessioni religiose sono perseguitati, aggrediti e uccisi, in particolare dal 2015, non sembra che esista una mobilitazione visibile e urgente come lo richiede la situazione.

Italia
La crisi di Bose. Ritorniamo alle Scritture

(Intervista a Sabino Chialà a cura di Marco Ventura - La Lettura/Corriere della Sera)
Dallo scorso febbraio è il priore del Monastero di Bose. Pugliese di Locorotondo, 54 anni, Sabino Chialà è nella comunità dal 1989 e ha pronunciato i voti definitivi nel 1997. Dal 2013 al 2019 ha guidato la fraternità di Ostuni, una delle varie createsi nel tempo a partire dal nucleo originario. Di ritorno a Bose, dal 2019 fino all’elezione del 30 gennaio scorso è stato maestro dei novizi. Fondato da Enzo Bianchi nella seconda metà degli anni Sessanta, il monastero di Bose è tra i frutti più ricchi del Concilio Vaticano Secondo in Europa.

Messico
Cardenal asegura fue interceptado por retenes del crimen organizado en el norte de Jalisco

(Juan Carlos Munguía, Milenio) Francisco Robles mencionó que no es la primera vez que le ha ocurrido, ya que los retenes están establecidos en esos puntos y ninguna autoridad hace algo para quitarlos. -- José Francisco Robles Ortega, Cardenal de la Arquidiócesis de Guadalajara , en su visita al norte del Estado, en los municipios de Totatiche y Villa Guerrero, fue detenido por retenes del crimen organizado, aseguró. "El crimen no sabe de abrazos", critica Cardenal política de AMLO tras asesinato de sacerdotes “La semana pasada fui allá al norte del estado, en los límites con Zacatecas precisamente y también fui detenido por dos retenes y obviamente que son retenes del crimen organizado y le exigen a uno decir de donde viene, a dónde va, a qué se dedica, qué hace, o sea eso ya es como lo más normal y lo más natural”, dijo. (...)

Canada
Francesco in Canada, secondo Papa, a 20 anni dall'ultima delle tre visite di s. Giovanni Paolo II. Uno dei viaggi più importanti del pontificato

Nelle quattro tappe - Edmonton, Maskwacis, Québec e Iqaluit -  il Papa incontrerà rappresentanti di indigeni e il  26 luglio - come promesso - parteciperà al pellegrinaggio annuale al lago di Sant’Anna insieme ad alcuni fedeli delle popolazioni originarie. Nell’ultimo giorno in Canada avrà un colloquio privato con una delegazione degli ex alunni delle Scuole residenziali.

(L.B. - R.C. - a cura Redazione "Il sismografo") La Visita apostolica in Canada, la numero 37 dei viaggi pontifici internazionali che - salute permettendo - Papa Francesco dovrebbe fare in questo Paese dal 24 al 30 luglio, ha una missione pastorale specifica: incontrare tre popolazioni eredi di grandi storie, culture e tradizioni conosciute come Prime Nazioni, Inuit Tapiriit Kanatami e Métis.

Vaticano
Ucrânia: Papa lembra vítimas dos bombardeamentos

(ecclesia)
O Papa recordou hoje, no Vaticano, as vítimas dos bombardeamentos na Ucrânia, que se intensificaram nas últimas horas. “Na Ucrânia, continuam os bombardeamentos, que causam morte, destruição e sofrimento à população. Por favor, não nos esqueçamos deste povo atingido pela guerra, não o esqueçamos no coração e nas nossas orações”, disse, desde a janela do apartamento pontifício, após a recitação da oração do ângelus. O presidente da câmara de Kiev, Vitali Klitschko, referiu que várias explosões foram sentidas na capital ucraniana, na última madrugada. As autoridades ucranianas informaram também que as tropas russas “dispararam de forma massiva” contra Kharkiv durante a noite. (...)

Honduras
Jefe diplomacia del Vaticano visita Honduras

(Proceso Digital) El secretario de Relaciones con los Estados del Vaticano, monseñor Paul Gallagher, se encuentra en Honduras para una visita de trabajo que se extenderá hasta el 28 de junio, informó la Iglesia Católica. Monseñor Gallagher tiene un cargo que equivale a ministro del Exterior del Estado del Vaticano. De acuerdo a la sitio web Suyapa Medios, adscrito a la Iglesia Católica, el canciller de la Secretaría de Estado de la Santa Sede (el gobierno Vaticano), tratará asuntos eclesiales durante su visita al país. Monseñor Gallagher ofició la misa dominical en la Basílica Menor de Suyapa y fue presentado por el arzobispo capitalino, cardenal Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga. Se conoció que el diplomático del Vaticano se reunirá con autoridades hondureñas. (...)

Mondo
P. Manuel Nin: Sulla sinodalità. Qualche riflessione…

(P. Manuel Nin - Esarca Apostolico di Grecia)
Da un po di tempo nella Chiesa Cattolica si parla molto di sinodalità, ed essa viene presentata e soprattutto vissuta -forse in mancanza di una precisazione chiara sul suo significato, ed anche forse in mancanza di una vera e propria catechesi- come un luogo, uno spazio, ove tutti possono esprimersi su tutto e addirittura proporre degli argomenti, addirittura anche quelli che normalmente sono riservati alla decisione del vescovo di Roma, e magari di costui in sede di una assise conciliare ecumenica. Sinodalità… una Chiesa sinodale… Perfino, nel 2023 si celebrerà a Roma un sinodo generale dei vescovi sulla sinodalità, e questa frase non è né una battuta né un semplice gioco di parole. Ho cercato di riflettere un po’ su questo tema, (...)

Stati Uniti
After Roe’s demise, clergy lead faithful in praise, laments

(Holly Meyer and David Crary, AP) Praise and lament for the overturning of abortion rights filled sacred spaces this weekend as clergy across the U.S. rearranged worship plans or rewrote sermons to provide their religious context -- and competing messages -- about the historic moment. Abortion is a visceral issue for deeply divided religious Americans. Some are sad or angry in the wake of the U.S. Supreme Court’s seismic Dobbs v. Jackson decision Friday. Others are grateful and elated. At St. Paul Cathedral in Pittsburgh, the Very Rev. Kris Stubna discarded his planned Sunday homily and focused on the decision, calling it “a day of great joy and blessing.” He said the overturning of the nearly 50-year-old Roe v. Wade ruling was the result of prayers and efforts of many Catholics and others. (...)

Colombia
¿Se acaban los sacerdotes en Colombia? Iglesia Católica explica por qué hay menos seminaristas

(semana)
En diálogo con Semana, el padre Manuel Vega responde a las dudas que hay sobre una supuesta crisis en la Iglesia católica por riesgo en el cambio generacional, debido a que los jóvenes no tienen vocación para ingresar a los seminarios.
Semana: Se ha advertido sobre un supuesto riesgo en la renovación de los sacerdotes en Colombia. ¿En los últimos 20 años se ha reducido el número de seminaristas?
Manuel Vega (M. V.): Sí, hoy podemos constatar una reducción significativa del número de vocaciones en los seminarios mayores de Colombia. Un ejemplo muy sencillo: a través del trabajo que hemos venido realizando en la Iglesia, nos pusimos a la tarea de generar una estadística de lo que ha pasado en los últimos 30 años realmente y, por ejemplo, (...)
LUNEDI 27 GIUGNO 2022

domenica 26 giugno 2022

Nigeria
E' morto padre Christopher Odia, sacerdote rapito oggi in Nigeria

p. Aketeh Bako - p. Borogo - p. Odia
(a cura Redazione "Il sismografo")
Secondo il portavoce della diocesi di Auchi, stato di Edo, in Nigeria, padre  Christopher Odia è morto oggi  a poche ore dal suo rapimento. Padre Odia, 41 anni, stava uscendo per andare alla messa dominicale presso la chiesa di San Michele di Ikabigbo quando venne raggiunto da rapitori armati e portato via.
Poche ore fa la diocesi ha confermato la notizia della morte del sacerdote con un comunicato di p. Peter Egielewa.
Sempre in Nigeria ieri sabato è stato ucciso un altro sacerdote di 50 anni, padre. Vitus Borogo. Sono tre i prebisteri ad essere assassinati dal 1° gennaio 2022 in questa nazione.
Sacerdoti uccisi in Nigeria dall'inizio dell'anno:
1. P. Joseph Aketeh Bako. L'11 maggio la diocesi ha confermato l'uccisione di padre Joseph Aketeh Bako, 48 anni, in località Kudenda (Kaduna), rapito l'8 marzo scorso. Secondo le notizie della diocesi il presbitero è stato ucciso tra il 18-19 aprile scorso. Funerali celebrati il 8 giugno senza il corpo della vittima.
2. P. Vitus Borogo.  stato di Kaduna, ucciso sabato 25 giugno da un gruppo di uomini armati.
3. P. Christopher Odia, stato di Edo, ucciso domenica 26 giugno dopo essere stato rapito da uomini armati.

Nigeria
Abducted Edo Catholic priest killed by kidnappers

(Punch) An Edo Catholic priest, Rev. Fr. Christopher Odia, who was earlier abducted on Sunday has been killed by his abductors. The PUNCH reported that the Ikabigbo Community in the Etsako West Local Government Area of Edo State was thrown into panic following the cleric’s abduction by gunmen. It was gathered that Odia was coming out to go for Sunday Mass at St. Michael Catholic Church, Ikabigbo. Few hours after the news of his kidnap, it was announced that the priest had been killed by his abductors. The Catholic Diocese of Auchi confirmed the death of the priest in a statement made available to The PUNCH late Sunday. (...)

Vaticano
Papa homenageia religiosa assassinada no Haiti

(ecclesia) O Papa recordou hoje no Vaticano a missionária italiana Luisa Dell’Orto, assassinada este sábado na capital do Haiti, onde se encontrava há 20 anos, na sequência de um assalto. Francisco destacou o trabalho da religiosa das Irmãzinhas do Evangelho de Carlos de Focauld ao serviço das “crianças de rua”. “Confio a sua alma a Deus, e rezo pelo povo haitiano, especialmente pelos pequenos, para que possam ter um futuro mais sereno, sem miséria e sem violência”, referiu, após a recitação da oração do ângelus. Segundo o portal de notícias do Vaticano, a missionária italiana  (...)

Francia
Lyon : une nouvelle association de défense des victimes d'abus sexuels dans l'église

(Flora Chaduc, Lyon Capitale) Une nouvelle association nationale, née à Lyon, a été créée pour recueillir la parole des victimes d'agressions sexuelles dans l'Église. Les victimes du père Ribes rejointes par d'autres ont créé une association nationale de défense des victimes abusées sexuellement dans l'Église. Celle-ci se nomme "Association des abusés sexuels dans l'Église, Tous ensemble". Cette association est notamment née à la suite d'une conférence tenue par certains membres du collectif au club de la presse de Lyon.  (...)

Messico
Sacerdotes jesuitas piden a AMLO revisar su proyecto de seguridad pública

(contrareplica)
“Respetuosamente pido, señor presidente de la república, que revise su proyecto de seguridad pública”, dijo ayer el sacerdote jesuita del pueblo de Creel, Javier Ávila Aguirre durante los funerales de los sacerdotes jesuitas Javier Campos y Joaquín César Mora. El pasado 20 de junio, ambos fueron asesinados debido a que defendieron a un hombre que era perseguido por sujetos armados. La persona que escapaba se refugió en el templo de la comunidad de Cerocahui, ubicado en el municipio de Urique, por lo que los implicados entraron al inmueble y asesinaron a su perseguido y a los religiosos. Ayer, los funerales de ambos se llevaron a cabo al mediodía en el templo del Sagrado Corazón de Jesús en la ciudad de Chihuahua, con una misa de cuerpo presente. (...)

Ucraina
Videomessaggio di Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Capo e Padre della Chiesa greco-cattolica ucraina nel 123mo giorno di guerra in Ucraina

Kyiv, 26 giugno 2022
(...) il signore Serhiy scrive che prima della guerra la loro città di Orikhiv contava circa 14 mila abitanti. Oggi vi sono rimaste in tutto 600 persone che si nascondono in continuazione e vivono nelle cantine. Egli scrive: “La nostra vita di oggi è l’inferno sulla terra”. La sua lettera, da un lato, è un grido di disperazione e di aiuto, e dall’altro, è un appello al clero, ai vertici di Chiesa, alla comunità mondiale, alle organizzazioni internazionali sulla necessità di fermare il male prima possibile. Fermare l’aggressore russo. Fare tutto il necessario affinché la guerra finisca.
[Text: Italiano, English, Español]
(Chiesa greco-cattolica ucraina, Segretariato dell’Arcivescovo Maggiore, Roma)
26 giugno 2022
Video (en, es)

Sia lodato Gesù Cristo!
Cari fratelli sorelle in Cristo,
Oggi è domenica, 26 giugno 2022, e il popolo ucraino soffre ma resiste con coraggio all’invasione militare della Russia di larga scala che dura da ormai 123 giorni.
Su tutta la linea del fronte sono in corso pesanti combattimenti. Il nemico ha concentrato enormi potenzialità del proprio esercito attorno alle città di Lysychansk e Severodonetsk, in un piccolo angolo della regione di Luhansk ucraina.

Spagna
Strage di migranti a Melilla, la denuncia shock delle organizzazioni umanitarie

(repubblica.it)
Video Reuters. Sono almeno 18 i migranti rimasti uccisi venerdì nella calca per entrare in massa nell'enclave spagnola di Melilla. E si contano decine di feriti, sia tra le persone che facevano parte del gruppo sia tra gli agenti, che su entrambi i lati della frontiera hanno cercato di sbarrare loro la strada in modo molto violento.Queste immagini diffuse dalla Moroccan Association for Human Rights (AMDH) mostrano scene impressionanti: persone ammassate per terra sotto la sorveglianza di guardie marocchine, alcune inermi e forse già cadaveri.

Brasile
Nota de tristeza e revolta do Observatório dos Direitos Humanos dos Povos Indígenas Isolados e de Recente Contato – Opi

(povosisolados.com)
Nós, ativistas do Observatório dos Direitos Humanos dos Povos Indígenas Isolados e de Recente Contato, hoje enterramos Bruno, nosso irmão mais velho. Hoje, a terra onde ele nasceu o recebe, seu corpo reencontra o barro, as raízes das plantas, a água e o calor do solo. Seu corpo carrega o perfume salgado do mar e o aroma denso da mata que ele defendeu até que os destruidores da floresta o mataram de forma traiçoeira. Nossos olhos misturam lágrimas de tristeza profunda e de revolta intensa. Mataram Bruno e seu amigo Dom à beira do rio Itacoaí, numa manhã de domingo de fim de inverno, quando ele voltava de uma temporada junto aos seus melhores amigos, junto aos seus melhores mestres, com os quais ele aprendeu a entoar os cantos da festa. (...)
Dom Phillips - Bruno Pereira

Vaticano
Família: Papa desafia quem tem medo de se casar a «sair do ninho» e a rejeitar o «caminho mais fácil»

(ecclesia)
Francisco presidiu à Missa do X Encontro Mundial das Famílias, celebrada pelo prefeito do Dicastério para os Leigos Família e Vida, que anunciou o Jubileu das Famílias, em 2025, em Roma, e o XI Encontro Mundial das Famílias, em 2028. O Papa Francisco afirmou hoje na homilia da Missa do X Encontro Mundial das Famílias que “é preciso coragem para se casar” e desafiou a rejeitar o “caminho mais fácil” diante das dificuldades. “Há tantos jovens que não têm coragem de se casar. E, por vezes, algumas mães dizem-me: ‘faça qualquer ele, fale com o meu filho que tem 37 anos e não se casa…’ ‘Mas minha senhora, não lhe passe a ferro as camisas, (...)

Vaticano
Domenica 26 giugno: la giornata del Papa

(a cura Redazione "Il sismografo")
*** Angelus di Papa Francesco: "Lasciarsi prendere dalla rabbia nelle contrarietà è facile, è istintivo. Ciò che è difficile invece è dominarsi, facendo come Gesù"
Testo dell'allocuzione del Papa
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Il Vangelo della Liturgia di questa Domenica ci parla di una svolta. Dice così: «Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme» (Lc 9,51)
Sala stampa della Santa Sede
*** Parole del Santo Padre al termine dell'Angelus. Papa chiede di pregare per suor Luisa dell'Orto e dialogo sociale in Ecuador
Sala stampa della Santa Sede

Vaticano
I silenzi di Pio XII il papa che fallì davanti al nazismo

(Corrado Augias, La Repubblica)
Il saggio di David Kertzer sul pontefice, i suoi atteggiamenti nei confronti di Hitler e di Mussolini. E le critiche del Vaticano -- Qualche anno fa uscì un saggio dello scrittore britannico John Cornwell molto polemico fin dal titolo nei confronti di Pio XII: Il papa di Hitler. Era un’ingiusta esagerazione. Papa Pacelli non era filonazista, al contrario detestava l’aspetto anticristiano e quasi demoniaco di quella sinistra ideologia. Quello che si può dire è che il suo atteggiamento nei confronti dei due dittatori Mussolini e Hitler fu così cauto da farlo quasi apparire connivente.

Ucraina
Oggi il Papa ricorda il martirio del popolo ucraino mentre Mosca lancia missili contro Kyiv

(a cura Redazione "Il sismografo")
Oggi domenica, a quattro mesi dall'inizio dell'aggressione armata della Russia di Putin contro l'Ucraina, Papa Francesco dopo la recita dell'Angelus, dall'alto della finestra del Palazzo Apostolico, davanti a 20 mila persone circa ha esclamato testualmente: "Vedo che ci sono bandiere dell’Ucraina. Lì, in Ucraina, continuano i bombardamenti, che causano morti, distruzione e sofferenze per la popolazione. Per favore, non dimentichiamo questo popolo afflitto dalla guerra. Non dimentichiamolo nel cuore e con le nostre preghiere." (Fonte)

Spagna
¿Y si el próximo secretario general de los obispos fuera una mujer?

(José Ramón Navarro-Pareja - abc.es)
«Se busca joven obispo auxiliar, o titular de una diócesis pequeña, cercana y bien comunicada con Madrid para cargo de alta responsabilidad y visibilidad pública». Desde que la semana pasada se anunció el nombramiento de Luis Argüello como arzobispo de Valladolid, este cartel bien podría recibirle en la cristalera de la sede de la Conferencia Episcopal, en la calle Añastro de Madrid. Ante su nueva responsabilidad, Argüello ya anunciado su intención de dejar anticipadamente la secretaría general del Episcopado, que tendrá que buscarle un sustituto en la próxima asamblea plenaria, prevista para noviembre. Cinco meses por delante que dan para (...)

Vaticano
Pondering the temptation to power in wake of historic Roe v. Wade ruling

(John L. Allen Jr., Crux)
Although Friday’s Supreme Court decision overturning Roe v. Wade rightly has been styled as a monumental victory for the pro-life movement, observers warn it’s likely to trigger a series of acrimonious political fights, with some states clamping down on abortion access and others expanding it. The resulting chaos may be enough to make some Catholics nostalgic for what can seem, through the haze of distant memories, a simpler time – one in which the church didn’t have to argue for its positions, but could simply decree them because it wielded both spiritual and temporal power. (...)

Nigeria
Gunmen Abduct Catholic Priest In Edo

(Aina Ojonugwa - TheWill)
Gunmen suspected to be kidnappers have abducted a Catholic priest, Rev. Father Osia, in Ikabigbo community, Etsako West local government of Edo State. The priest was said to be preparing for Sunday Mass, when the gunmen stormed his residence and whisked him away. A source within the community, said local vigilante group are already combing the bush to rescue the priest. He said the gunmen had shot one the community boys searching for the reverend father, adding that the victim was rushed to a hospital at Auchi, but referred to Irrua specialist hospital for treatment. The traditional rulers of the community, Bramah Alegeh, who confirmed the incident, said efforts were ongoing to get the priest released. (...)
***

Spagna
Los obispos tras la tragedia en la frontera de Melilla: «No son invasores, son seres humanos»

(alfayomega)
Los obispos responsables de la Subcomisión para las Migraciones y la Movilidad Humana de la Conferencia Episcopal Española (CEE) ha pedido a las autoridades competentes que trabajen para esclarecer el suceso de este viernes en la frontera de Melilla con Marruecos en el que al menos 18 migrantes han fallecido tras un intento masivo de cruzar a España, una cifra que algunas ONG incrementan hasta los 27. Tras recordar que las más de 130 personas que lograron cruzar la frontera eran refugiados sudaneses, piden, en un comunicado publicado este sábado, que estos hechos se aborden con «una mirada humanitaria». «Al tiempo que entendemos la necesaria regulación de flujos migratorios, debemos considerar la situación crítica y de miseria  (...)

Ecuador
El papa Francisco manifestó su "preocupación" por la propagación de la violencia y las represiones a la protesta social en Ecuador

(Página 12)
El papa Francisco manifestó su "preocupación" por la ola de violencia que inundó las calles de Quito, la capital de Ecuador, en los últimos días en el marco de una serie protestas sociales contra el gobierno de Guillermo Lasso y el paro indefinido organizado por la Confederación de Nacionalidades Indígenas del Ecuador (Conaie) que inició casi dos semanas atrás. "Sigo con preocupación lo que pasa en Ecuador, estoy cercano a ese pueblo y animo a todas las partes a abandonar la violencia y las posiciones extremas", señaló Jorge Bergoglio este domingo luego de la oración del Ángelus desde la Plaza San Pedro, en el Vaticano. (...)

Vaticano
Pío XII, un papa entre la santidad y Hitler

(Daniel Verdú - elpais.es)
La publicación de una parte del archivo vaticano del periodo nazi, ordenada por Francisco esta semana, y un nuevo libro reabren el debate sobre el polémico silencio de un pontífice que negoció con el Tercer Reich y no condenó el Holocausto. La legendaria diplomacia vaticana ha edificado su relato oficial sobre una historia de austeridad en el lenguaje y una cierta ambigüedad que permitiese tender puentes en situaciones complicadas. Los silencios de un Papa en momentos de conflicto son una norma en la historia del Vaticano que asoma incluso en el momento actual. La versión menos benévola hablaría también de una ilusión de neutralidad interesada para desplegar una exitosa estrategia de supervivencia de 2.000 años. El caso de Pío XII, apodado por algunos el Papa de Hitler y considerado por otros un santo que hizo todo lo que pudo en el endiablado momento (...)

Libano
In Lebanon, how to say ‘I do’ sparks fierce debate

(Mariam Fam and Bassem Mroue, AP) Dona-Maria Nammour was looking for a love story. The night she met Mazen Jaber for the first time, they ended up dancing for hours. But their tale is about more than a meet-cute to happily-ever-after romance. It is also about frictions in their native Lebanon over sectarian politics and civil rights, the role of religion and rival visions for how the crisis-ridden country moves forward. When the couple decided to get married, they wanted a civil ceremony, not a religious one — and not only because on paper she’s Catholic and he’s Druze; they also wanted to leave religious authorities out of their nuptials. “It is the best option for equality between us,” Nammour said. So they traveled to Cyprus to tie the knot. (...)

Marocco
Strage di migranti a Melilla, secondo le Ong almeno 37 morti. Sánchez: “Colpa delle mafie”

(Sky Tg24)
Non sarebbero 18, come comunicato ufficialmente dalle autorità marocchine, le persone rimaste uccise venerdì nella calca, mentre cercavano di entrare nell'enclave spagnola. A dirlo sono diverse Ong, che tracciano un bilancio ancora più grave. Il premier spagnolo ha parlato di "un assalto violento e organizzato", responsabilità di "mafie che trafficano con esseri umani". Amnesty International ha espresso "grande preoccupazione" e ha chiesto "un'indagine indipendente" -- Sarebbero almeno 37, e non 18 come comunicato ufficialmente dalle autorità marocchine, i migranti rimasti uccisi venerdì nella calca, mentre cercavano di entrare nell'enclave spagnola di Melilla. A dirlo è Helena Maleno, nota attivista spagnola e portavoce dell'Ong Caminando Fronteras. "Le cifre non sono definitive, possono aumentare ancora", ha aggiunto.

Vaticano
Italian nun slain in Haiti is hailed by pope as martyr

(AP)
Pope Francis on Sunday hailed as a martyr an Italian missionary nun slain in Haiti, where she cared for poor children.The diocese of Milan says Sister Luisa Dell’Orto, 64, was slain “during an armed aggression, probably with the aim of robbery,” in Port-au-Prince, the Haitian capital. The Vatican’s official media said Dell’Orto, gravely wounded, was taken to a hospital, where she died soon after. Francis in remarks to the public in St. Peter’s Square expressed his closeness to the nun’s family members and noted she had lived there for some 20 years, dedicating herself above all to helping poor children who lived on the street. (...)

Nicaragua
El régimen de Daniel Ortega cruzó otra línea y encarceló por primera vez a un cura

Nicaragua: "El padre Manuel García es el 
primer sacerdote preso político”
(Fabián Medina Sánchez - Infobae) La mujer que la Fiscalía presentó como víctima de violencia se negó a acusar al sacerdote y fue enviada a prisión por “falso testimonio”. El religioso, sin embargo, fue condenado a dos años de cárcel en otra causa que se abrió contra él. Una cena aderezada con licor dentro de la sacristía de una iglesia. Una mujer golpeada en un confuso incidente. Una turba que asedia e insulta, y un sacerdote que, machete en mano, desde el atrio reta a la turba que lo amenaza. Esa es la escena original de una historia que desde principios del este mes mantiene atenta a Nicaragua con todos los ribetes de una telenovela: intrigas, acusaciones, villanos y sorpresas; y que el régimen de Daniel Ortega ha usado para poner al primer sacerdote en la cárcel, una línea que hasta ahora no se había atrevido a cruzar. (...)

Italia
Parolin a Cosenza: siamo le pietre vive della Chiesa che Dio costruisce


(Tiziana Campisi - Vatican News)
Inviato del Papa per le celebrazioni dell’ottavo centenario della dedicazione della cattedrale, il cardinale segretario di Stato ha presieduto nel pomeriggio una solenne liturgia eucaristica. Nella sua omelia l’auspicio che la ricorrenza possa rafforzare nei credenti il senso di appartenenza alla comunità ecclesiale. Alla città di Cosenza, il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin ha portato il saluto e la benedizione del Papa. Il porporato, nominato da Francesco legato pontificio per l’ottavo centenario della dedicazione della cattedrale il 30 aprile scorso, ha presieduto, nel tardo pomeriggio, una solenne liturgia nel centro storico, all’aperto. (...)

Italia
Benedizione di coppie omosessuali e bene comune: le ragioni di una antica sapienza

(cittadellaeditrice.com)
E’ legittimo chiedersi se la “comunione di vita e di amore” possa essere una vocazione che riguarda anche la relazione tra soggetti dello stesso sesso. Se fosse questo il caso, non sarebbe possibile benedire le persone ed anche la loro relazione d’amore, per quanto essa non possa essere naturalmente aperta alla generazione biologica (ma senza escludere una generazione spirituale, pedagogica e relazionale)? Questo è un orizzonte che oggi possiamo considerare in modo nuovo. Se la fedeltà alla relazione e la indissolubilità del legame non creano problemi, diverso è il caso per la fecondità, il cui bene può essere riferito ad una coppia omosessuale solo se si (...)

Vaticano
Il Papa ricorda la missionaria italiana uccisa ad Haiti nel corso di una rapina, ma nulla dice sul sacerdote nigeriano ucciso da terroristi a Kaduna.

L. Dell'Orto - V. Borogo
(a cura Redazione "Il sismografo")
Sorprende, ma soprattutto fa piacere nel senso che infonde consolazione all'anima, che Papa Francesco abbia rivolto oggi, al termine dell'Angelus, un suo pensiero alla religiosa italiana Luisa Dell'Orto, uccisa ad Haiti, dove dopo aver subito una rapina violenta, rimasta ferita gravemente, è morta venerdì sera. Suor Luisa aveva 65 anni e lavorava in questo martoriato Paese da molti anni.
Giorni fa, Papa Francesco aveva espresso anche la sua vicinanza e dolore ai parenti e parrocchiani di due anziani gesuiti uccisi in Messico quando tentavano di proteggere una guida turistica all'interno della loro chiesa-convento. Il tragico fatto ha avuto grande rilievo mediatico.

Vaticano
El cardenal Kevin Farrell anuncia que el XI Encuentro Mundial de las familias tendrá lugar en el año 2028

(Cope)
El Prefecto del Dicasterio para los Laicos, Familia y Vida también ha avanzado que el próximo encuentro de las familias con el Santo Padre será en 2025. El Prefecto del Dicasterio para los Laicos, Familia y Vida, el cardenal Kevin Joseph Farrell ha avanzado que el XI Encuentro Mundial de las Familias tendrá lugar en el año 2028. Lo ha anunciado este sábado tras la Santa Misa presidida por el Papa Francisco para clausurar el décimo encuentro de familias que se ha celebrado en Roma. Asimismo, el responsable de este dicasterio ha informado que la próxima reunión de familias con el obispo de Roma será en el marco del Jubileo de las (...)

Nigeria
Hombres armados matan a tiros a un sacerdote en el estado nigeriano de Kaduna

(europa press)
Un sacerdote católico ha sido asesinado este pasado sábado por un ataque de hombres armados en una finca del estado nigeriano de Kaduna, en el norte del país, una semana después de otro ataque contra dos iglesias de la región. El fallecido, padre Vitus Borogo, de 50 años, era capellán de la comunidad católica del politécnico estatal de Kaduna, según ha informado el responsable de la archidiócesis católica del estado, Christian Emmanuel. Los hombres armados entraron en el lugar (...)

Vaticano
Parole del Santo Padre al termine dell'Angelus. Papa chiede di pregare per suor Luisa dell'Orto e dialogo sociale in Ecuador

Cari fratelli e sorelle!
Seguo con preoccupazione quanto sta accadendo in Ecuador. Sono vicino a quel popolo e incoraggio tutte le parti ad abbandonare la violenza e le posizioni estreme. Impariamo: solo con il dialogo si potrà trovare, spero presto, la pace sociale, con particolare attenzione alle popolazioni emarginate e ai più poveri, ma sempre rispettando i diritti di tutti e le istituzioni del Paese.

Vaticano
Angelus di Papa Francesco: "Lasciarsi prendere dalla rabbia nelle contrarietà è facile, è istintivo. Ciò che è difficile invece è dominarsi, facendo come Gesù"

(a cura Redazione "Il sismografo")

Testo dell'allocuzione del Papa 
Cari fratelli e sorelle, buongiorno!
Il Vangelo della Liturgia di questa Domenica ci parla di una svolta. Dice così: «Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme» (Lc 9,51). Così inizia il “grande viaggio” verso la città santa, che richiede una speciale decisione perché è l’ultimo. I discepoli, pieni di entusiasmo ancora troppo mondano, sognano che il Maestro vada incontro al trionfo; Gesù invece sa che a Gerusalemme lo attendono il rifiuto e la morte (cfr Lc 9,22.43b-45); sa che dovrà soffrire molto; e ciò esige una ferma decisione. Così Gesù va con passo deciso verso Gerusalemme. È la stessa decisione che noi dobbiamo prendere, se vogliamo essere discepoli di Gesù. In che cosa consiste questa decisione? Perché noi dobbiamo essere discepoli di Gesù sul serio, con vera decisione, non – come diceva una vecchietta che ho conosciuto – “cristiani all’acqua di rose”. No! Cristiani decisi. E ci aiuta a capirlo l’episodio che l’Evangelista Luca racconta subito dopo.

Italia
L'intervista al Cardinale Matteo Zuppi. “La svolta della Chiesa al Sud può cambiare volto al Paese”

(Angelo Scelzo - Il Mattino)
Il presidente dei vescovi italiani: no a logiche assistenzialiste, non siamo una semplice Ong. “Addio al passato, la questione meridionale è diventata mediterranea: ecco la sfida”. «Con Draghi, quando lo vedrò, sarà un discorso a tutto campo tra la guerra, la minaccia di un autunno caldo e un dopo-pandemia che chissà se si può chiamare già tale. Ma ci sarà un tema a parte e riguarderà il Mezzogiorno. Non si può parlare di unità e compattezza da richiedere al Paese se il Sud continuerà a svuotarsi e a consacrarsi terra d'emigrazione anche al tempo della globalizzazione. Abbiamo il dovere di non accettare l'intollerabile e di prevenire situazioni di vero e proprio pericolo».

Italia
Gli italiani, la pace e i silenzi sui crimini di Mosca

(Ernesto Galli della Loggia, Corriere della Sera)
Ma si troverà prima o poi qualcuno in Italia disposto a spendere il proprio nome chiamando certe cose con il loro nome? Si troverà pure prima o poi qualche pensoso intellettuale, qualche celebre attore o accademico, qualche eminente prelato noto alle cronache o almeno qualche conduttore di talk show, disposto a parlare chiaro e a dire che quello che le autorità russe stanno facendo in Ucraina è qualcosa che prima di oggi solo Hitler e Stalin avevano osato fare? Magari auspicando anche un tribunale per giudicare le loro colpe?

Filippine
Vatican declares Antipolo Cathedral ‘international shrine’; first in PH

(inquirer.net) The National Shrine of Our Lady of Peace and Good Voyage or the Antipolo Cathedral in Antipolo City has been declared an “international shrine” by the Vatican, the Catholic Bishops’ Conference of the Philippines (CBCP) said Sunday. The declaration makes the Antipolo Cathedral the country’s first international shrine, the third in Asia, and the 11th worldwide. According to the CBCP, the Bishop Francisco de Leon of the Antipolo Diocese confirmed the Vatican’s declaration in his homily on Sunday, as he announced that the Vatican approved their petition to grant the shrine that particular privilege. (...)